Ha 96, 116 o 136 CV e manda in pensione il 1.7 precedente. Ora è omologata Euro 6d-Temp

E’ il nuovo motore diesel 1.6 CRDi la principale novità della Hyundai i30 restyling, che sarà mostrata in anteprima al Salone di Parigi (4-14 ottobre) con motori aggiornati e piccole migliorie per lo stile e l’equipaggiamento di bordo. La versione 2018 della berlina compatta è ora in linea con gli standard anti-inquinamento Euro 6d-Temp (obbligatori dal 1 settembre 2019) e riceve il filtro anti-particolato sui motori benzina, che rimangono il 1.4 MPi aspirato da 100 CV ed i turbo 1.0 T-GDi da 120 CV e 1.4 T-GDi da 140 CV. Il filtro è presente anche sul potente 2.0 da 250 CV o 275 CV della cattiva i30 N.

Un motore, tre potenze

I bassi valori inquinanti sono una prerogativa anche del nuovo 1.6 CRDi, già visto sulla Tucson, che adotta un sistema a base di urea per tagliare le emissioni allo scarico di ossidi d’azoto, le polveri dannose per l’uomo che hanno fatto finire i diesel nel mirino di molte amministrazioni pubbliche nel mondo. Il 1.6 sostituisce il vecchio 1.7 e si potrà avere nelle varianti da 96 CV, 116 CV e 136 CV, tutte abbinate di serie al cambio manuale a 6 rapporti (l’automatico doppia frizione a 7 marce è optional sulle 116 CV e 136 CV). Le percorrenze dichiarate spaziano fra 26,3 e 22,7 km/l, ma sono ottenute secondo il vecchio e meno severo ciclo di consumo NEDC.

Leggi anche

Cambia il fascione

Insieme agli aggiornamenti per i motori la Hyundai i30 2018 riceverà un nuovo fascione anteriore, ridisegnato nella parte bassa per far sembrare l’auto più larga e meglio “piazzata” a terra: le prese d’aria ai lati del paraurti sono unite fra loro da una sottile feritoia. Le i30 a cinque porte e station wagon sono ordinabili inoltre con i nuovi colori blu Stellar e grigio Olivine. La Hyundai i30 2018 sarà in vendita dall’autunno nelle versioni a cinque porte, station wagon e berlina con la coda Fastback.

Fotogallery: Hyundai i30 e i30 Wagon restyling