Più che un progetto, un manifesto tecnologico e di stile. Di sicuro in Peugeot si ispirano a questo concept per disegnare la RCZ

Anno 2006: un’era geologica fa, se si parla di automobili. Solo 12 anni fa, infatti, il diesel è il motore su cui (quasi) tutti puntano, che si parli di sportive, SUV, berline e tutto quello che vi viene in mente. Così è anche per Peugeot, che per il suo concept più esotico - la 908 RC Concept - sceglie un incredibile 5.5 HDi V12 da 700 CV e una coppia da camion: 1.200 Nm.

Dove ci siamo già visti?

Guardatela, qui sopra e in basso. Non vi ricorda qualcosa? Sì, la RCZ. La coupé su base 308 che tanto (più di quanto preventivato dal Peugeot stessa) successo ha avuto fra il 2009 e il 2015. Bene, la RCZ viene disegnata con questo concept in mente, la 908 RC. Molto simile è la forma dei fari, quella del cofano motore e anche dei passaruota posteriori, sebbene la 908 RC sia una “coupé a 4 porte”. A dirla tutta, l'eredità della 908 RC la si può cogliere, anche se molto più sfumata e indiretta, nella 508. 

Leggi anche

Motore posteriore

Rispetto alla RCZ (motore anteriore trasversale, trazione anteriore), le differenze sono comunque abissali: si pensi per esempio che la 908 RC ha il motore montato in posizione posteriore centrale, insieme al cambio sequenziale a 6 rapporti. Con questa configurazione, per poter ricavare un abitacolo per 4 persone, i progettisti avanzano l’abitacolo fin quasi ad “appoggiarlo” sull’avantreno. Il risultato è che lo spazio abbonda, in quello che sembra l'interno di un aereo privato più che di un'automobile. 

Fotogallery: Concept dimenticate, Peugeot 908 RC Concept