E’ l’unica di questo colore e sarà pagata coi soldi privati, con buona pace degli antimonarchici

I più attenti al gossip d’Oltremanica sanno che il sempiterno erede al trono Carlo d’Inghilterra è un grande appassionato d’auto. Sono circa un centinaio quelle della sua collezione, la maggior parte delle quali alimentate da biocarburanti. Ora, invece, è arrivato il momento di passare all’elettrico e il figlio primogenito di Sua Maestà ha optato per un EV dal sangue british, la nuova Jaguar I-Pace.

Non ne esiste una uguale

Per il SUV elettrico di Carlo, la Casa inglese ha confezionato ad hoc una tinta particolare, il Blu Loira (nelle foto, il Blu Caesium). Non si conoscono altri dettagli riguardo l’allestimento e gli optional, ciò che è noto è che Jaguar ha provveduto all’installazione di un wallbox per la ricarica veloce presso l’abitazione privata del reale. Privata, così come privata è la fonte con la quale la I-Pace sarà pagata: in leasing, senza quindi intaccare le casse di Buckingham Palace (in Italia i prezzi partono da poco meno di 80.000 euro).

Jaguar I-Pace
Jaguar I-Pace

Imbarazzo della scelta

L’auto potrebbe diventare la "daily car" del Principe, utilizzata non solo nella vita privata ma anche nelle manifestazioni pubbliche. Pare che la scelta del primo EV del Principe non sia però stata così semplice: dopo aver stretto amicizia con Kimbal Musk, fratello di Elon, l’acquisto di una Model X o di una Model S si stava per concretizzare. Forse, poi, ha vinto il sentimento nazionalista, anche considerando le eventuali reazioni dell’opinione pubblica inglese.

Leggi anche