Domani dovrebbe essere il grande giorno, quello della diffusione delle foto ufficiali, pochi giorni prima del reveal al Salone di Parigi. Intanto, ecco un altro teaser

Nuovo giorno, nuovo teaser. La Mercedes GLE di quarta generazione, attesa al debutto davanti al grande pubblico al Salone di Parigi (4-14 ottobre), svela un'altra anticipazione di sé nel teaser che vedete qui sopra. L'effetto sorpresa di una volta, quando l'appuntamento ai saloni dell'auto era cruciale per ammirare le novità, è definitivamente sparito. Cresce però l'effetto "hype", l'interesse generato ad arte dalle Case. Detto questo, la nuova Mercedes GLE dovrebbe essere una delle regine del “Mondial de l'Auto 2018”, erede di quella Classe M che ha contribuito in maniera decisiva a diffondere il piacere per i SUV grandi e di lusso. Rispetto alle tre precedenti generazioni che si erano fregiate della sigla ML e poi GLE (dal 2015) i nuovi SUV e SUV coupé della Stella cambiano tutto per ripartire dal classico foglio bianco per il progetto.

Cerchi grandi così

Gli elementi degni di nota del teaser di oggi sono diversi, ma uno spicca sugli altri: la dimensione dei cerchi. Ovviamente, sul modello definitivo le proporzioni non saranno quelle che si notano qui, ma l'indicazione è chiara: la GLE punta molto sul look sportivo. Lo si intuisce anche dalla griglia "tripartita", divisa cioè da due profili orizzontali piuttosto spessi che fanno anche da sostegno alla Stella. 

Nel video Teaser ci mostra i fari

Per rispondere alla nuova Audi Q8, alla BMW X5 e alla rinnovata Range Rover Sport attesa a inizio 2019 la nuova Mercedes GLE riparte da una piattaforma inedita e soprattutto da uno stile che arriva dalle ultime creazioni “Made in Stuttgart”. In particolare c’è il frontale con la massiccia griglia in evidenza e la sagoma dei fari a LED ripresa dall’ultima Classe E, come si può facilmente notare dal video teaser appena diffuso da Mercedes. Anche le doti di guida in fuoristrada della nuova GLE saranno ottimizzate con aggiornamenti dell’ ”Active Body Control” e l’adozione del programma di guida Off-Road Plus, giusto per non essere da meno ai prodotti marchiati Range Rover.

Leggi anche

L’assetto vede la strada e si adatta

A fare da base a questa Mercedes GLE di quarta generazione c’è l’inedita architettura MHA (Modular High Architecture) destinata ai “ruote alte”. La lunghezza dovrebbe crescere di circa 8 cm rispetto al modello attuale, mentre la presenza di sospensioni pneumatiche collegate alla telecamera anteriore permetterà di adattare l’assetto in maniera automatica e predittiva rispetto al terreno che si va ad affrontare. La gamma motori attesa è quella degli ultimi quattro e sei cilindri a benzina e Diesel, con l’aggiunta di un’unità ibrida plug-in e dell’immancabile Mercedes-AMG GLE 63. La plancia della nuova GLE, già mostrata dai bozzetti ufficiali, sarà dominata dal doppio display da 12,3” con sistema MBUX, nuovi comandi della climatizzazione e volante multifunzione con due piccoli pad di controllo sulle razze.

 

Fotogallery: Nuova Mercedes GLE, i bozzetti dell'abitacolo