Verrà costruito nel nuovo stabilimento di St Athan, dove nasceranno anche le Lagonda e la Rapide E

Aston Martin ha diffuso un comunicato in cui, giustamente, rivendica con orgoglio il rapido avanzamento dei lavori per la realizzazione del nuovo stabilimento di St Athan (UK). Ma la notizia vera, per chi è appassionato di auto più che di industria, è che lì, a St Athan, nasceranno non “solo” le auto del brand Lagonda (nelle immagini), ma anche le elettriche di Aston Martin e, udite udite, il primo SUV della Casa inglese.

Una scelta irrinunciabile

Ormai non scandalizza più: Porsche con la Cayenne, Bentley con la Bentayga, addirittura Lamborghini con la Urus, si sono “sporcate” le mani con gli Sport Utility Vehicle, quindi perché Aston Martin non dovrebbe, visto che è quello che chiedono i clienti? Gli inglesi peraltro sono già a un ottimo stadio della messa a punto, visto che l’inizio della produzione è previsto entro la fine del 2019.

Leggi anche

Lagonda e Rapide E

A St Athan, come scritto sopra, nasceranno anche le Aston Martin elettriche e le Lagonda (brand a sé stante, di lusso, specializzato nell’elettrico): del resto la Casa inglese ha investito un sacco di soldi in questa fabbrica, motivo per cui è logico che concentri qui il meglio (e il nuovo) della sua produzione. Nel dettaglio, SUV a parte, questo nuovo stabilimento si dedicherà dunque alle auto a batteria, a partire appunto dalla Rapide E, che servirà da progetto pilota: in consegna nel 2019, verrà prodotta in 155 esemplari. Si inizierà a fare sul serio nel 2021, quando prenderà il via la produzione della gamma Lagonda, le cui tendenze stilistiche riprenderanno quanto proposto dalla Lagonda Vision Concept svelata al Salone di Ginevra 2018.

Fotogallery: Lagonda SUV