Il 1.6 da 204 CV e il look fanno sembrare “cattiva” la berlina, che è grintosa ma non estrema e punta a divertire nel casa-ufficio

Ha più di 200 CV e non fa mistero della sua grinta, ma la nuova compatta Kia Ceed GT non ha la stessa “pasta” della cugina Hyundai i30 N: se quest’ultima punta su un motore 2.0 fino a 275 CV e su prestazioni entusiasmanti, la Ceed GT privilegia invece il divertimento fra le curve e denota una vocazione da granturismo. È proprio questo infatti l’imprimatur dato da Albert Biermann ai suoi collaboratori: il capo dello sviluppo per le Kia ad alte prestazioni ha voluto realizzare infatti una berlina non estrema o troppo scomoda, ma nel corso dei test ha puntato sul comportamento fra le curve e sulla maneggevolezza, senza che questi aspetti compromettessero l’usabilità quotidiana. La Ceed GT insomma è una piccola “bomba” da 204 CV con cui divertirsi tutti i giorni da casa a lavoro.

Assetto dedicato e ESP permissivo

Da queste indicazioni è nata una cinque porte con l’assetto ribassato di 5 mm rispetto alle normali Kia Ceed, dotata di molle più rigide e con lo sterzo più diretto del 17% rispetto alla vecchia cee’d GT. I freni anteriori hanno un diametro più generoso (da 228 a 320 mm), così da dissipare meglio il calore nelle frenate prolungate. La Kia Ceed GT è dotata inoltre di un controllo di stabilità ESP più “permissivo”, del Torque Vectoring per migliorare la trazione nelle curve strette e di pneumatici Michelin Pilot Sport 4, che secondo i tecnici lavorano meglio grazie a barre antirollio tarate in maniera più “conservativa” rispetto al vecchio modello. Non manca poi il selettore per le modalità di guida, disponibile però solo in abbinamento al cambio automatico doppia frizione DCT (dotato di palette al volante), che interviene sulla risposta di acceleratore e cambio secondo le modalità Normal e Sport.

Kia Ceed GT
Kia Ceed GT

È grintosa anche dentro

Il pezzo forte della Ceed GT è il motore turbo 1.6 T-GDi da 204 CV a 6.000 giri, dotato dell’iniezione diretta della benzina e in linea con la normativa anti-inquinamento Euro 6d-TEMP. Di serie è previsto il cambio manuale a 6 marce. La casa coreana non ha anticipato le prestazioni ed i consumi dell’auto, perché i test di omologazione sono attesi entro fine anno e le vendite non inizieranno prima del 2019. A queste novità si aggiungono i “ritocchi” per lo stile, che partono dai nuovi cerchi da 18” e passano attraverso la trama a nido d’ape della mascherina, l’estrattore dell’aria posteriore, il piccolo alettone sul tetto ed i fascioni ridisegnati, in particolare dietro, dove spuntano prese d’aria maggiorate e nuovi scarichi. Il look all’interno rimane sobrio e poco appariscente, nonostante siano presenti sedili sportivi, il volante tagliato in basso, il cielo nero dell’abitacolo e la pedaliera in metallo.

Leggi anche

Gallery: Kia Ceed GT