L'auto entra nello stallo con lo smartphone

La denominazione ufficiale è Automated Valet Parking ed altro non è che un sistema di parcheggio automatizzato, creato da Daimler e Bosch a Pechino, in Cina. Provate ad immaginare: arrivate nel parcheggio di un aeroporto, ad esempio, e non dovete occuparvi di cercare uno stallo libero, magari perdendo minuti preziosi. Pensa a tutto il sistema.

Parcheggio automatizzato

Quello che dovete fare, infatti, è fermarvi con l'auto nell'area indicata dal sistema e scendere dalla macchina, togliendo i vostri effetti personali. Dopodiché, tramite un'app da scaricare sul telefonino, potete mandare la vostra auto a parcheggiare. Così, vedrete la vostra bella inserire la prima e scomparire, fino a fermarsi nel primo posto libero – scelto a priori dalla app. Naturalmente, tutta una serie di sensori sorvegliano il tragitto, sia dall'auto sia dall'infrastruttura (parcheggio).

Tecnologia che semplifica la vita

Una volta tornati, telefonino alla mano, potete richiamare l'auto. Che arriverà da voi velocemente e in totale autonomia, come un cagnolino ben addestrato. Incredibile, vero? Fra l'altro, i parcheggi equipaggiati con questa infrastruttura intelligente possono potenzialmente ospitare fino al 20% di veicoli in più. Vantaggi che, in futuro, potrebbero anche estendersi alle aree di servizio. Così, mentre voi vi mangiate una “Rustichella”, l'auto va da sola a farsi fare il pieno dal benzinaio, o passa sotto il lavaggio a rulli. Da questo punto di vista il risparmio di tempo è innegabile.

Leggi anche

 

Gallery: Daimler e Bosch, il parcheggio è automatico