Parla Camilleri: arriverà entro la fine del 2022 e non sarà un SUV. "Quella parola non voglio sentirla nella stessa frase di Ferrari".

Ferrari Purosangue. E' questo il nome che la Rossa ha deciso di utilizzare per il suo crossover, un modello atteso nel 2022 che rappresenta una svolta per la casa di Maranello, mai alle prese in 71 anni di storia con una vettura alta da terra. Lo ha annunciato questa mattina il numero uno Louis Carey Camilleri, che ha svelato con grande anticipo il dettaglio forse più atteso dell'auto, voluta da Sergio Marchionne per rispondere ai gusti dei clienti in alcune parti del mondo (a partire dalla Cina) e far aumentare i guadagni e le vendite della Rossa, che grazie a questo modello oltrepasserà per la prima volta il “muro” delle 10.000 auto l'anno.

 Mai SUV e Ferrari nella stessa frase

La Purosangue andrà a far parte insieme alle Portofino e GTC4Lusso delle granturismo, una “famiglia” di vetture non troppo scomode per la guida di tutti i giorni da usare anche con moglie e figli. Camilleri ha sottolineato però che la Ferrari Purosangue non sarà un SUV (“Non voglio sentire la parola SUV nella stessa frase di Ferrari”), ma una vettura spaziosa e versatile che non tradirà lo spirito del Cavallino, quindi all'occorrenza potrà tirare fuori gli artigli e far divertire chi la guida. Il manager ha confessato di aver nutrito un certo scetticismo davanti a un progetto di questo genere, a maggior ragione calandosi nei panni di ferrarista vecchio stampo, ma i primi bozzetti lo hanno convinto e ora è diventato un sostenitore dell'auto.

camilleri ferrari

Sarà anche ibrida

Alla luce di quanto anticipato sembra ormai sicuro che la Ferrari Purosangue sarà un crossover, quindi più alto da terra rispetto ad una sportiva ma senza la stazza e gli ingombri di un SUV: la carrozzeria a cinque porte avrà forme snelle e dovrebbe ispirarsi alle coupé. Delle Rosse più sportive la Purosangue avrà il telaio, perché sarà costruita sulla meccanica a motore anteriore di tutte le future coupé, ma avrà il cambio posteriore per migliorare i pesi e una posizione di guida che si preannuncia molto allungata. L'accessibilità a bordo sarà tenuta in considerazione, stando alle slide pubblicate oggi dalla Rossa, un dettaglio che fa capire che funzionalità e sportività andranno a braccetto. In attesa di scoprire nuovi dettagli possiamo dare per certo che la Purosangue avrà motori a benzina e anche un ibrido, considerata l'intenzione della Rossa di investire su unità di questo tipo, che stando a quanto annunciato saranno sul 60% delle Ferrari vendute nel 2022.

Piano Industriale Ferrari 2018-2022

Leggi anche

Fotogallery: Piano Industriale Ferrari 2018-2022