Ormai siamo sempre più affamati di futuro, inteso sia come tecnologia sia come notizie che anticipino il domani. Accade così che, durante la presentazione della Seat Tarraco, chi si è succeduto sul palco abbia parlato non solo del SUV medio a 7 posti ma anche di ciò che aspetta la Casa spagnola nei prossimi mesi. Mesi ancora ricchi di novità importanti, con la nuova Leon alle porte e i preparativi per elettrificare la gamma. Senza dimenticare naturalmente Cupra, il brand dedicato alle sportive.

Una novità ogni 6 mesi

Prima di guardare avanti però è giusto voltare lo sguardo e osservare ciò che è successo negli ultimi tempi, con una Seat capace di risollevarsi dopo anni non certo esaltanti, grazie a una gamma ormai completamente rinnovata con un nuovo lancio ogni 6 mesi circa. Dalla Leon alla Tarraco si è passati attraverso l’Ateca, il primo SUV di Martorell, e la nuova Ibiza, primo modello del Gruppo VW a utilizzare il pianale MQB A0, quello dedicato alle piccole e poi ripreso anche da VW Polo e la prossima T-Cross. Segno di come Seat abbia riacquistato una sua centralità all’interno del Gruppo, una centralità fatta di tecnologia e motorizzazioni alternative. Wolfsburg infatti ha eletto Martorell a capitale dell’innovazione, grazie anche alla collaborazione con la città di Barcellona, e del metano, alimentazione alternativa che per Seat è importante tanto quanto l’elettrico. Una centralità che ha portato la Casa guidata da Luca De Meo a poter sfruttare tutte le ultime innovazioni del Gruppo, compresa la nuova piattaforma MEB, quella dedicata ai modelli elettrificati.

Leggi anche

Si inizia con una citycar

Un’elettrificazione che sul calendario Seat ha cerchiato in rosso il 2019, quando anche Martorell avrà il suo primo modello di serie alimentato a batterie. Sarà una citycar (probabilmente su base Mii, ma non ci sono notizie certe) e farà da testa di ponte per l’arrivo di una sorella maggiore, in arrivo nel corso del 2020 e basata sulla piattaforma MEB. Secondo quanto detto dai vertici Seat si tratterà di una compatta con misure simili a quelle della Leon ma con ancora più spazio all’interno, grazie proprio alla trazione elettrica che fa a meno di tanti elementi meccanici propri dei modelli con motore endotermico.

La nuova Leon

Nel futuro di Seat ci sarà spazio anche per modelli più tradizionali, come la nuova generazione della Leon, anche lei attesa nel corso del 2019. Se – come anticipato dalla Casa – si manterrà la cadenza di una novità ogni 6 mesi, la compatta arriverà o a marzo in occasione del Salone di Ginevra oppure tra un anno esatto. A lei seguirà poi un modello completamente nuovo, un CUV (ovvero un SUV con linee da coupé) marchiato Cupra. Nascerà così il primo modello dedicato esclusivamente al brand sportivo di Seat.

Fotogallery: Seat Tarraco