Dopo il record al ’Ring della Kodiaq RS, Skoda ci ha preso gusto. E si prepara a un futuro più sportivo

In Skoda ci hanno preso gusto. Dopo aver fatto segnare il record per SUV a 7 posti con la Kodiaq RS (anche se va detto che la concorrenza non è particolarmente numerosa…), ora mostrano la propria idea di futuro. Si chiama Vision RS e identifica un’auto sportiva e sostenibile.

Leggi anche

Anche l’auto diventa vegana

Prima di parlare di trazione e prestazioni, vale la pena soffermarsi su un aspetto: i rivestimenti dei sedili sono realizzati con un poliestere 100% riciclato, mentre i tappetini sono in un materiale estratto dalle foglie di ananas. Ci sono poi altri accorgimenti importanti, come i componenti organici annegati nella vernice della carrozzeria che isolano dai raggi solari; per allegerire l’auto, invece, griglia del radiatore, alettoni e spoiler, specchietti retrovisori esterni, prese d’aria e diffusore posteriore sono in fibra di carbonio; un materiale molto costoso, che difficilmente verrà mantenuto anche sul modello definitivo.

Sostenibilità allo scarico

Ciò che più conta è che la Vision RS, grazie al motore elettrico da 102 CV supportato da un pacco batterie al litio da 13 kW/h, percorre fino a 70 km a emissioni zero allo scarico. Quando entra in gioco anche il TSI 1.5 da 150 CV, la potenza combinata tocca quota 245 CV: quanto basta per uno 0-100 km/h in 7,1 secondi e una ripresa da 80 a 120 km/h in 8,9 secondi. Le emissioni di CO2? 33 g/km, quando si parte da casa con le batterie piene. Insomma, Skoda conferma la sua intenzione di perseguire la riduzione delle emissioni nocive senza tralasciare nessuna tecnologia: è di pochi giorni fa, infatti, l'annuncio dell'Octavia a metano (G-TEC) con un'importante rivisitazione dell'impianto a gas.

Fotogallery: Skoda Vision RS, un nuovo teaser