La berlina a cinque porte anticipa l'erede della Rapid Spaceback e fa capire come saranno le nuove RS

Eliminate dalla Skoda Vision RS i dettagli più sportivi, aggiungete le maniglie alle porte e sostituite i grandi cerchi in lega con altri di misura più contenuta. Il risultato sarà la berlina compatta erede della Rapid, un'utilitaria a quattro porte con la coda (da noi è venduta la famigliare Rapid Spaceback) che il costruttore ceco sostituirà nel 2019 con una classica berlina compatta a cinque porte, sullo stile delle Fiat Tipo, Renault Megane e Volkswagen Golf, anticipata al Salone di Parigi da una proposta di stile molto aggressiva e ricca di personalità. La Vision RS fa capire insomma come sarà quella che in gergo viene definita segmento C, ovvero una cinque porte lunga 4,36 metri (6 in più della Rapid Spaceback) e larga 1,81 metri (+ 11 cm), che a giudicare da questi numeri dovrebbe avere un interno più arioso e abitabile della vettura che sostituisce.

Il baule da famiglia(re)

La Vision RS è dotata inoltre di un bagagliaio ampio da 430 litri, un dato molto generoso che solo poche altre berline a cinque porte riescono ad avvicinare: la Golf infatti si ferma a 343 litri, mentre la Honda Civic (più lunga di 16 cm) conta su 478 litri. L'auto di vendita difficilmente sarà grintosa e appariscente come il prototipo, che oltre a far capire come sarà la nuova berlina prefigura lo stile delle future RS, i modelli più sportivi del costruttore ceco, oggi molto sobri e quasi indistinguibili dalle Skoda normali. Sulla Vision RS ci sono infatti personalizzazioni più marcate come il grande alettone posteriore, le prese d'aria maggiorate nei fascioni, i cerchi di grandi dimensioni, quattro sedili singoli e l'estrattore dell'aria posteriore, da dove però stranamente non fanno capolino gli scarichi. Come su tutte le Skoda RS anche qui è presente il motivo rosso sul fascione posteriore.

Altre Skoda al Salone di Parigi

Fra i motori ci sarà un ibrido?

Il motore della Skoda Vision RS non è meno interessante dell'auto in sé, visto che anticipa un ibrido con batterie ricaricabili atteso molto probabilmente su alcune vetture del gruppo Volkswagen. Alla base dell'ibrido c'è il benzina 1.5 TSI da 150 CV, lo stesso di altre Skoda, a cui però si abbina un motore elettrico da 102 CV: la potenza complessiva è di 245 CV e le prestazioni sono più che interessanti per un'auto di questo tipo, grazie allo scatto da 0 a 100 km/h i 7,1 secondi e alla ripresa da 80 a 120 km/h in 8,9 secondi. Il motore elettrico è alimentato da una batteria agli ioni di litio, che stocca 13 kWh di energia e permette alla berlina di viaggiare per circa 70 chilometri a emissioni zero, stando ai primi dati annunciati. Le emissioni inquinanti nel ciclo combinato sono di 33 g/km.

Fotogallery: Skoda Vision RS