Se le Ferrari Monza SP1 e SP2 non vi bastano, godetevi anche i video live di Mercedes-AMG, Tesla, Audi e Porsche

Qualcuno aveva parlato di un Salone di Parigi 2018 sotto tono, senza marchi importanti, ma basta aggirarsi fra gli stand e i padiglioni di Porte de Versailles per capire che i profeti di sventura non hanno avuto ragione nemmeno questa volta. Tra le anteprime mondiali di modelli importanti come la nuova BMW Serie 3 e la Mercedes Classe B terza serie c’è spazio infatti per auto che fanno davvero sognare tutti, chi le può comprare e chi no. Noi di Motor1.com Italia siamo come sempre presenti a Parigi per testimoniare la bellezza fatta auto e vedere da vicino questi sogni tutti da guidare.

Dal Salone di Parigi

Mercedes-AMG A 35 4Matic, sognare si può

A volte i sogni sono possibili e a ricordarcelo c’è la Mercedes-AMG A 35 4Matic, porta di accesso alla gamma sportiva AMG che con il suo 2.0 Turbo da 300 CV, la trazione integrale e una grintosa caratterizzazione estetica promette di non far rimpiangere la prossima e la vecchia “A 45”.

La Tesla Model 3 è qui

Chi sogna da tempo di viaggiare nel più assoluto silenzio su una berlina media elettrica con grande autonomia e finiture di lusso non può non fantasticare di fronte alla Tesla Model 3 che si presenta al grande pubblico europeo proprio a Parigi. Esposta qui c’è la Dual Motor che accelera da 0 a 100 km/h in 2,7 secondi come una supercar, con lo schermo centrale da 15” che fa sempre molto effetto e mostra tutte le informazioni possibili e immaginabili.

Audi pensa a chi vuole guidare davvero

Ai sognatori più assidui consigliamo invece di mettersi a sperare che l’Audi PB18 e-tron venga un giorno prodotta in serie perché in un mondo che va sempre più verso la guida autonoma e l’idea di auto come semplice mezzo di trasporto la coupé “shooting brake” spicca per la sua totale assenza di ausili. Una guida pura e all’antica che si esalta con l’impostazione monoposto centrale e con tre motori elettrici per un totale di 680 CV. Qui la fantasia galoppa davvero tanto!

Porsche Speedster, un nome che seduce

Per ora è solo l’evoluzione di un prototipo già visto, ma questa Porsche 911 Speedster Concept II non può certo lasciare indifferenti: le vetrature bassissime, la carenatura posteriore e i dettagli da corsa come il tappo serbatoio al centro del cofano e gli specchietti Talbot sono per palati raffinati. Questi palati potranno essere soddisfatti da metà 2019 quando la 911 Speedster di serie sarà prodotta in 1.948 esemplari con motore aspirato da 500 CV e cambio manuale a 6 marce.

Ferrari Monza SP1 e SP2, quelle sexy

In cima ai desideri di collezionisti, appassionati, tifosi e amanti delle Rosse c’è però un duo di barchette praticamente senza parabrezza e rigorosamente senza tetto: Ferrari Monza SP1 e Monza SP2, due “special project” senza compromessi e molto sexy che possono essere incoronate regine del Salone di Parigi. La prima è monoposto, la seconda ha due sedili, ma entrambe sono capolavori in fibra di carbonio a tiratura limitata che nascondono una meccanica d’eccellenza che parte dal motore 6.5 V12 aspirato da 810 CV.