Kia lancia un modello da 485 km di autonomia, le tedesche rispondono e DS propone un crossover che punta anche sullo stile

I discorsi che abbiamo sentito sulle auto elettriche al Salone di Parigi erano all'insegna dello scetticismo, perché tutti quelli che hanno affrontato l'argomento si sono lamentati delle stesse cose: i modelli ci sono, le colonnine stanno crescendo ma le vendite non decollano (nel 2017 in Europa sono state 149.086). A giudicare dalle novità esposte sembra però che il vento stia cambiando, tanto è vero che da qui ai prossimi anni verremmo “travolti” da una serie di novità sempre più ambiziose, curate e “credibili”. Con questo aggettivo ci riferiamo in particolare alla Kia e-Niro, che fa il suo debutto assoluto in Europa proprio alla rassegna parigina con due pacchi batterie: quello da 39,2 kWh promette un'autonomia di 312 km, quello da 64 kWh addirittura di 485 km. I dati per di più sono fedeli al ciclo di consumo WLTP, quindi i risultati dovrebbero essere in linea con le percorrenze reali. Un crossover relativamente economico da 485 km reali potrebbe rivelarsi la chiave di volta per spianare la strada alle elettriche.

Altre notizie dal Salone di Parigi

La competizione alla base dello sviluppo

Il successo delle auto a batterie può dipendere anche dalla rivalità fra i marchi di lusso tedeschi, che si è accesa proprio in occasione del Salone di Parigi 2018. Qui infatti le Audi e Mercedes hanno presentato due vetture sulla carta molto simili, le e-tron e EQ C, crossover di grandi dimensioni ricchi di comfort che andranno inevitabilmente a pestarsi i piedi, considerati i prezzi che si annunciano molto vicini: per entrambe stimiamo listini a partire nell'ordine degli 80.000 euro. L'Audi è più lunga e tecnologica, mentre la Mercedes sembra puntare più sul comfort. Entrambi i costruttori parlano di almeno 400 chilometri con una ricarica delle batterie, quindi almeno dal punto di vista dell'autonomia non c'è uno che prevale sull'altro. E' importante però sottolineare che queste due vetture sono le prime di tante, visto che i due costruttori hanno in programma investimenti miliardari sulle auto a emissioni zero. Ciò significa che arriveranno modelli più compatti, economici e con batterie di nuova generazione.

Audi e-tron
Mercedes EQC

C'è chi punta sullo stile

In molti però hanno candidato la DS 3 Crossback a novità elettrica più interessante del Salone di Parigi. Il campanilismo non c'entra (la DS è francese), perché questo crossover ha le carte in regola per “sfondare”: la DS 3 Crossback E-Tense ha dimensioni giuste per la città (è lunga 4,12 cm) un interno molto curato e tanta tecnologia. Lo stile va “digerito”, visto che la grande mascherina ed i fari sottili sono molto elaborati, ma il motore elettrico rappresenta sicuramente un plus che solo pochissime rivali sono in grado di offrire, a maggior ragione considerando l'autonomia non straordinaria ma comunque valida per gli spostamenti di tutti i giorni: le batterie da 50 kWh alimentano un motore da 136 CV e assicurano percorrenze nell'ordine dei 300 km. E' francese anche il prototipo Peugeot e-Legend, che reinterpreta in chiave moderna (ed elettrica) un grande classico del passato, mentre ha lasciato un po' l'amaro in bocca la Tesla Model 3: ci aspettavamo infatti nuovi dati tecnici e magari anche i prezzi, in vista dell'inizio delle vendite in Europa (atteso a metà 2019).