Il crossover riceve tre bombole di gas anturale: 400 chilometri a metano per una spesa inferiore a 14 euro

Al momento di progettare la meccanica di base MQB-A0, i tecnici del gruppo Volkswagen hanno fatto una scelta ben precisa: rinunciare alle quattro ruote motrici per puntare sulle bombole del gas metano. Lo spazio per la meccanica del resto non è molto (la MQB-A0 è una piattaforma per auto lunghe circa 4,00/4,10 metri) e quindi andavano indicate delle priorità. Ha prevalso il risparmio alla pompa, una caratteristica che si ritrova su tutte le auto a metano basate sul telaio MQB-AO: le Seat Ibizia, Volkwagen Polo e da ora anche il crossover compatto Seat Arona TGI, l'unico della sua categoria con la doppia alimentazione benzina/metano.

Scopri la Seat Arona

Cambiano le valvole

Anche la Seat Arona TGI è dotata come le altre vetture del motore a benzina tre cilindri 1.0, che grazie al turbo eroga 90 CV e 160 Nm di coppia. Il tre cilindri (abbinato al cambio manuale a 6 marce) è stato modificato in funzione del nuovo carburante, quindi adotta valvole rinforzate con nuovi alloggiamenti e valvole allo scarico modificate, novità indispensabili per far fronte all'utilizzo del gas: il metano infatti genera temperature d'esercizio più elevate e il motore deve essere “irrobustito” di conseguenza. Il turbo, inoltre, è stato alleggerito e ciò dovrebbe far diventare il motore più reattivo. La casa spagnola dichiara per la Arona TGI una velocità massima di 172 km/h e un tempo di 12,8 secondi per lo 0-100 km/h.

Seat Arona

400 chilometri con 14 euro

Il metano è contenuto all'interno di tre bombole sotto il pavimento del bagagliaio, che mantiene la stessa capacità delle Arona a benzina o diesel ma perde il doppio fondo. Le bombole contengono 14,3 chili di gas, una quantità sufficiente secondo la casa spagnola per 400 km di percorrenza, a cui vanno sommati i 160 km a benzina. Considerando un prezzo di 0,974 euro al chilo (la media in Italia al momento in cui scriviamo), per fare il pieno di metano bastano 14 euro. La Arona TGI si accende sempre a metano, tranne quando la temperatura esterna è inferiore a -10° C: in questo caso si accende a benzina e gli iniettori del gas vengono scaldati per raggiungere la temperatura ottimale di servizio.

Fotogallery: Seat al Salone di Parigi 2018