Il Governo Merkel mette a disposizione fondi per passare ad auto meno inquinanti

Incentivi auto. Due parole magiche che in Italia purtroppo non si sentono da tempo ma che in altri paesi europei stanno tornando prepotentemente, per dare un’ulteriore spallata alle motorizzazioni più vecchie, specialmente se alimentate a diesel. Succede così che in Germania il Governo abbia deciso di varare un piano per incentivare gli automobilisti, residenti nelle 14 città più inquinate del Paese, a passare ad auto mosse da motori più moderni e “verdi”.

Rottamazione o aggiornamento

Il piano di incentivi ha nel mirino tutte le auto diesel da Euro 0 ad Euro 5, con cifre ed azioni differenti. Per i modelli fino all’Euro 4 infatti il Governo metterà sul piatto 4.000 euro per ciascun automobilista, così da fargli cambiare auto. Diverso invece il discorso per chi guida un modello diesel Euro 5: nessun invito a cambiare auto ma quello ad aggiornare il motore diesel con modifiche meccaniche, magari con catalizzatori SCR, volte a ridurne le emissioni. In questo caso la cifra sarebbe di 5.000 euro.

La parola alle Case

Agli incentivi statali si potrebbero sommare anche quelli dati direttamente dai costruttori. Il Governo guidato da Angela Merkel infatti avrebbe interpellato prima di tutto le Case automobilistiche, facendo leva sul loro interesse nel ripristinare l’immagine del diesel. Volkswagen si è detta interessata, puntando però maggiormente su incentivi per cambiare auto piuttosto che su quelli per l’aggiornamento dei motori Euro 5, stesso discorso per Mercedes, più propensa ad incentivare l’acquisto di un’auto nuova. È invece assolutamente contraria ad ogni opera di modifiche meccaniche BMW, spalleggiata da Opel. Al gruppo dei costruttori tedeschi si unisce Renault, con l’intenzione di mettere a disposizione di ogni automobilista la bellezza di 10.000 euro, ma solo per l’acquisto di un’auto nuova.