Oltre 30.000 visitatori per l'evento italiano dell'anno per quello che riguarda l'offroad

In un’epoca in cui i saloni classici perdono di appeal e di interesse, sia per le case auto che per i visitatori, ci sono invece eventi che continuano a crescere. E’ il caso del 4x4Fest di Carrara, che compie quest’anno il diciottesimo anno di vita e sfrutta il traino del mercato italiano: nonostante gli offroad "duri&puri" siano sempre meno, la costante crescita di crossover e SUV non può che fare bene a un evento di questo genere 

L'evento oltre le automobili

Nel dettaglio, quest’anno sono stati 33.000 i partecipanti. Del resto il fuoristrada è un po’ come una "Fede", uno stile di vita. E’ Marco Pacini, Presidente F.I.F., che spiega la ricetta di questa kermesse: "spettacolo e divertimento, promozione dell’attività sportiva, valorizzazione commerciale con l’indotto legato al mondo fuoristradistico e socializzazione". Insomma, un evento che va al di là del prodotto in sé. Ecco quindi che tutti, dagli appassionati ai curiosi, possono trovare qualcosa di interessante da fare o anche solo da guardare andando in Fiera. Moltissimi gli appassionati proprietari di fuoristrada che hanno partecipato ai raduni organizzati: il Mitsubishi Day 2018, il 2° raduno Nazionale Elaborare 4x4 e il 7° raduno Nazionale Ufficiale Suzuki. Ma chi non aveva un’auto potevate partecipare a tutte le attività in pista, che quest’anno era aperta anche il sabato sera, con orario continuato dalle 10 alle 23, per test drive, twist, sassi, fango, salite, ecc.. Fra i vari eventi, interessanti i due Tour delle Cave: quello di Fantiscritti e quello alla Cava n. 37, sulle Alpi Apuane. Gli ingredienti? Pendenze particolari, manovre molto tecniche, cave a cielo aperto con panorami mozzafiato e colori che ricordano i dipinti di Michelangelo, che proprio da queste cave prendeva il marmo dei suoi capolavori.

4x4 Fest 2018

Le novità di quest’anno

Il 2018 è stato il primo anno che ha visto il Raduno Nazionale Carrarafest, ma anche l’iniziativa Rosa Integrale, dedicata al mondo femminile, con un’area ad hoc e il suo primo raduno nazionale di 60 km. Al via anche la prima edizione di MotoCross Fest, uno spazio dedicato alle moto off-road, con iniziative come i corsi per bambini e adulti di Fasola e il Tour Adventure aperto a tutti i possessori di enduro stradali. Quest’anno, inoltre, sono stati premiati per la prima volta i 42 espositori fedeli alla manifestazione da 18 anni. Le case automobilistiche presenti direttamente quest’anno sono state Suzuki, che ha colto l’occasione per fare l’anteprima nazionale della nuova Vitara; Toyota, con la Hilux Executive+ e Jeep. Concessionari locali hanno invece esposto modelli Dacia-Renault, Land Rover, Mazda, Mitsubishi Motors e Mercedes, che ha presentato la nuova classe G.

4x4 Fest 2018

Sport e sensibilità

In questa manifestazione c’è posto anche per il motorsport. Era presente infatti anche l’R Team, che partecipa per la decima volta alla gara più estrema del cross country rally - la Dakar 2019 - e al 4x4Fest ha presentato i due equipaggi già confermati. Il primo è composto da Schiumarini-Succi-Salvatore su Ford Raptor 6.2 V8 T2.1 e l’equipaggio Del Punta-Sinibaldi (prima volta alla Dakar) su SSV CAN-AM. Ancora in attesa di definizione l’equipaggio di Gini e Catarsi e quello di Claudio Gotti, affetto da diabete mellito di tipo 1, che col suo esempio vuole incoraggiare tutti coloro che sono affetti da questa patologia a superare i propri confini. Al 4x4Fest, del resto, c’è anche molta attenzione a patologie e disabilità. Girando per gli stand o camminando tra le auto che partecipano ai raduni si incontrano diverse persone diversamente abili e sabato c’è stata anche la conferenza “Abili per vivere”, a cura della Consulta Disabilità Provinciale e Panathlon Carrara alla quale ha partecipato l’atleta Alessia Polita, pilota paralizzata dalla vita in giù dopo un incidente nel CIV a Misano, nel giugno 2013, quando è caduta dalla sua Yamaha all’età di 27 anni.

Fotogallery: 4x4 Fest Carrara 2018