Il preparatore milanese mette mano al maxi SUV, che guadagna un nuovo assetto e sfiora i 1.000 Nm di coppia

Bentley e tuning sono due parole che insieme si legano come l'acqua e l'olio, perché le vetture della casa inglese puntano sull'eleganza anziché sulle prestazioni. Qualcuno però non la vede così: il preparatore milanese Romeo Ferraris ha sviluppato un kit di potenziato per la Bentley Bentayga (nelle foto la verisone top di gamma Mulliner), il SUV grande da oltre 182.000 euro che in virtù delle dimensioni imponenti (è lungo 5,14 metri) e del peso (2.400 chili) non ha certo l'ambizione di far arricciare l'asfalto ai semafori, pur avendo un motore diesel V8 4.0 da ben 435 CV.

Con il kit si guida meglio

Per questo otto cilindri è stato messo a punto un kit di potenziamento basato su una centralina aggiuntiva di controllo motore, che non sostituisce quella originale (l'operazione quindi è perfettamente legale) ma aiuta ad incrementare la potenza e la coppia: i CV infatti passano da 435 a 484 ed i Nm raggiungono quota 988 Nm (+88). In aggiunta sono presenti carreggiate maggiorate di 5 cm e un kit per abbassare l'auto di 2,5 cm, in grado secondo la Romeo Ferraris di aumentare la stabilità dell'auto e il piacere di guida.

L'unica officina autorizzata in Italia

La Romeo Ferraris non si è “improvvisata” preparatore della Bentley, visto che conosce le vetture della casa inglese come poche altre realtà in Italia, tanto da essere diventata officina autorizzata. Nelle file del tuner milanese c'è anche Matteo Covizzi, l'unico tecnico in Italia ad avere ottenuto la certificazione Master Technician di Bentley (titolo ottenuto dopo un corso di formazione tenuto direttamente dal costruttore inglese). Il kit quindi è stato messo a punto con cura e non stravolge il comportamento dell'auto.

Fotogallery: Bentley Bentayga Mulliner, "non SUV ultra"