La berlina elettrica, in vendita nel 2020, sarà prodotta su un nuovo telaio nella fabbrica di Zuffenhausen.

Pur essendo un costruttore molto “tradizionalista” sotto il profilo dello stile e della meccanica, Porsche è andata incontro a grossi rinnovamenti nel corso della sua storia: prima con il passaggio ai motori raffreddati ad acqua, poi con l'arrivo della Cayenne e infine con l'adozione di motori turbo.

Niente di tutto questo è paragonabile però allo stravolgimento atteso nel 2019, quando verrà mostrata la berlina elettrica Taycan, una quattro porte destinata a fare da spartiacque in vista dei tanti nuovi modelli a basso impatto ambientale in arrivo nei prossimi anni: Porsche stima infatti che un'auto su due sarà ibrida o elettrica per il 2025. In previsione di quel momento sono a buon punto i lavori di rinnovamento della storica fabbrica di Zuffenhausen, dove sarà costruita anche la variante in stile crossover.

La fabbrica lavora da sola

La casa tedesca investirà centinaia di milioni di euro per aggiornare lo stabilimento di Zuffenhausen, dove sono realizzate anche le 718 Boxster, 718 Cayman e 911, seppur all'interno di reparti meno al passo con i tempi di quello in cui verrà costruita la berlina: qui infatti i macchinari sono completamente automatizzati e possono funzionare anche se non è presente un operaio a supervisionarli.

Questo serve ad aumentare la flessibilità, visto che Porsche conta di realizzare almeno 20.000/25.000 esemplari l'anno della Taycan (ma il ritmo può aumentare in caso le richieste aumentino). Le linee produttive sono funzionanti già da alcuni giorni, anche se in misura ridotta, perché in questo periodo vengono costruiti i primi esemplari non ancora definitivi per i test su strada ed i crash test, in attesa che la produzione entri a regime verso fine 2019: l'inizio delle vendite è fissato infatti per il 2020.

Le prestazioni (e il bilanciamento) sono da sportiva

Con il via della pre-produzione sono trapelati inevitabilmente alcuni nuovi dettagli sull'auto, che dovrebbe misurare circa 4,85 metri di lunghezza e 2,00 metri di larghezza. Le dimensioni si annunciano quindi inferiori alla Panamera e anche alla Tesla Model S. Il telaio è specifico per auto elettriche e ospita le batterie al di sotto del pavimento, dove il loro peso resta ben distribuito, tanto è vero che i progettisti sarebbero riusciti ad ottenere un bilanciamento ideale per una vettura sportiva (al 50:50 fra i due assali): ciò significa che la Taycan dovrebbe rivelarsi neutra e “sincera” da guidare.

I motori hanno potenze da 408 a 612 CV, stando alle indiscrezioni, che parlano inoltre di un'accelerazione da 0-100 km/h inferiore a 4 secondi per la versione più potente. Porsche inoltre sta lavorando ad una rete di colonnine per la ricarica ultra-veloce delle batterie, che potrebbe contare su 400 punti in Europa e 350 negli Stati Uniti.

Fotogallery: Porsche Taycan Workshop