La Hyndai Nexo, SUV a idrogeno della Casa coreana, ottiene il massimo dei voti

Assumerà un certo valore storico la penultima “tornata” di crash test in programma nel 2018, perché l'Euro Ncap non aveva mai testato prima d'ora una vettura alimentata a idrogeno. Il modello in questione è la Hyundai Nexo, sottoposta alle tradizionali prove di scontro insieme alle Lexus ES, Mazda 6, Mercedes Classe A e Citroen Berlingo, Opel Combo e Peugeot Rifter, considerate alla stregua di un solo modello perché cambiano l'una dall'altra soltanto a livello di stile.

La Nexo ha superato i crash test in maniera decisamente brillante, guadagnando non soltanto le ambite cinque stelle (il giudizio migliore) ma ottenendo risultati eccellenti in tre aree su quattro: del 94% nella protezione degli adulti, dell'87% per i bambini e dell'80% per i sistemi di sicurezza. Ha deluso però il test sulla protezione dei pedoni (67%): il cofano è molto rigido vicino ai fari ed i montanti del tetto non smorzano l'impatto.

Da migliorare il mantenimento della corsia

L'Euro Ncap ha assegnato le cinque stelle anche alle Lexus ES, Mazda 6 e Mercedes Classe A, tutte molto sicure anche se non irreprensibili a livello di assistenza alla guida. La ES, ad esempio, spicca nella protezione degli adulti (91%), dei bambini (87%) e dei pedoni (90%), ma si deve accontentare di una valutazione media per le assistenze alla guida (77%): il mantenimento attivo della corsia ad esempio non interviene per le manovre d'emergenza.

Alla Mazda 6 viene mossa una critica simile, tanto è vero che il giudizio è analogo (73%), ma la quattro porte fa peggio nel test che simula l'investimento: per colpa del cofano rigido il giudizio è pari al 66%. La Mazda 6 si riscatta però nella protezione di adulti (95%) e bambini (91%). I giudizi della Mercedes sono superiori al 90% nei test di protezione adulti (96%), bambini (91%) e pedoni (92%), ma la sterzata d'emergenza non impeccabile ha ribassato il voto sui sistemi di assistenza (75%).

La frenata d'emergenza non... frena

I soli modelli a non avere ottenuto la valutazione di cinque stelle sono i Citroen Berlingo, Opel Combo e Peugeot Rifter, penalizzati in particolare dal funzionamento non impeccabile della frenata automatica d'emergenza, che funziona poco bene alla presenza di un pedone e non interviene quando un ciclista passa velocemente davanti all'auto.

Di conseguenza i tre multispazio hanno ottenuto una valutazione molto bassa nel test di protezione dei pedoni (58%), sotto al quale rientrano i dispositivi anti-investimento. L'Euro Ncap ha assegnato un giudizio mediocre anche ai sistemi di assistenza (68%), un'area dove pesa come un macigno l'assenza del sistema che ricorda ai passeggeri posteriori di allacciare le cinture di sicurezza. Le Berlingo, Combo e Rifter si sono difese egregiamente nei test sulla protezione di adulti (91%) e bambini (81%).

I Risultati

Citroen Berlingo | 4 stelle
Adulti: 91%
Bambini: 81%
Pedoni: 58%
Dispositivi di sicurezza attiva: 68%


Hyundai Nexo | 5 stelle
Adulti: 94%
Bambini: 87%
Pedoni: 67%
Dispositivi di sicurezza attiva: 80%


Lexus ES | 5 stelle
Adulti: 91%
Bambini: 87%
Pedoni: 90%
Dispositivi di sicurezza attiva: 77%


Mazda 6 | 5 stelle
Adulti: 95%
Bambini: 91%
Pedoni: 66%
Dispositivi di sicurezza attiva: 73%


Mercedes Classe A | 5 stelle
Adulti: 96%
Bambini: 91%
Pedoni: 92%
Dispositivi di sicurezza attiva: 75%


Opel Combo | 4 stelle
Adulti: 91%
Bambini: 81%
Pedoni: 58%
Dispositivi di sicurezza attiva: 68%


Peugeot Rifter | 4 stelle
Adulti: 91%
Bambini: 81%
Pedoni: 58%
Dispositivi di sicurezza attiva: 68%

Fotogallery: Mazda 6 2018, Mercedes Classe A 2018, Hyundai Nexo, Citroen Berlingo 2018 Crash test