Sviluppate da ZF serviranno a monitorare gli occupanti e migliorare comfort e sicurezza

Parliamo sempre più spesso dell’auto del futuro, un’auto connessa e con avanzati sistemi di guida autonoma. Tutte tecnologie che guardano all’esterno, con telecamere e sensori che tengono perennemente d’occhio la strada. Ma in abitacolo quali saranno le novità? Al di là della totale mancanza di volante e pedali, ma solo quando la guida autonoma di Livello 5 sarà realtà, cosa ci aspetta nei prossimi anni? Secondo ZF, conosciuta da molti per la produzione di trasmissioni ma impegnata anche in altri ambiti dell’universo automotive, anche l’abitacolo sarà cosparso di telecamere, così da aumentare comfort e sicurezza.

Il Grande Fratello dell’abitacolo

L’azienda tedesca infatti sta lavorando al sistema chiamato IOS (Interior Observation System), composto da sofisticate telecamere tridimensionali in grado di monitorare costantemente tutto ciò che avviene in abitacolo. Si viaggia da soli, in coppia o in 4?

Il sistema lo sa, conosce l’esatto numero degli occupanti, la loro posizione e quella degli oggetti sistemati qua e là in abitacolo e su questa base si adatta in differenti modi. L’IOS può ad esempio sapere se qualcuno non ha allacciato la cintura di sicurezza e ricordarglielo oppure, perché no, ottimizzare i flussi dell’impianto di climatizzazione.

Le telecamere tridimensionali firmate ZF possono anche controllare lo stato di attenzione del guidatore e avvertirlo in caso di pericolo, oppure determinare come agirebbero le forze interne in caso di urto e preparare cinture ed airbag.

Protezione per i più piccoli

Un tema caldo in questi mesi è quello che riguarda i bambini accidentalmente abbandonati in auto. Anche in questo caso l’IOS di ZF potrebbe fare la differenza. Le sue telecamere infatti capterebbero la presenza di un bambino e attuerebbero misure di emergenza.

Il sistema potrebbe inviare un sms ai genitori, aprire finestrini e tettuccio oppure suonare il clackson per avvisare i presenti. Secondo i programmi le telecamere tridimensionali per l’abitacolo saranno pronte entro la fine del 2021.

Fotogallery: ZF investe 2,9 mln di euro nella guida autonoma