Al posto del V8 ci sono 2 motori elettrici da 700 CV e 814 Nm

Se non avete mai assistito a una gara di drag race vi siete persi uno spettacolo fatto di ruote fumanti e, soprattutto, assordante rombo di motori. Un ingrediente quest’ultimo che un domani, con l’avvento dell’elettrico, potrebbe scomparire lasciando spazio al silenzio. Per farci capire cosa voglia dire la Chevrolet Camaro si presenta al SEMA 2018 (salone del tuning di scena a Las Vegas) in versione eCOPO, ovvero quella dedicata proprio alle gare di accelerazione. Ma al posto del mitico V8 ecco 2 motori elettrici.

L’importanza del peso

Niente rauco rombo quindi, ma solo il silenzio che genera la bellezza i 700 CV e 814 Nm di coppia, disponibili (come su tutte le elettriche) appena si preme il pedale dell’acceleratore. L’energia proviene da un pacco batterie composto da 4 moduli da 200 Volt e 79 kg ciascuno, per un totale quindi di 800 V e 316 kg.

Una massa distribuita sapientemente per tutta l’auto, così da non rovinare la distribuzione dei pesi: 2 moduli sono sotto il divanetto posteriore e gli altri 2 nel bagagliaio. Così i 56% del peso grava sull’asse posteriore, assicurando la miglior accelerazione possibile.

Il quarto di miglio in silenzio

Come dice il buon Dom Toretto, anche la Chevrolet Camaro eCOPO punta a vivere la propria vita ¼ di miglio alla volta, bruciando la distanza in circa 9”. Per fare un parallelo si tratta di un tempo migliore rispetto alla Tesla Model S P100 D e simile a quello dell’esagerata futura Tesla Roadster.

Fotogallery: Chevrolet Camaro eCOPO