La sportiva jap farà ufficialmente il suo ingresso in società a gennaio 2019

Come va la Toyota Supra lo sapete già, visto che ci abbiamo messo il sedere sopra qualche mese fa, sul circuito di Jarama e sulle colline intorno a Madrid. La notizia, però, è che ora c'è anche una data per il debutto ufficiale in società, previsto sotto i riflettori del Salone di Detroit, dal 14 al 27 gennaio 2019.

Meccanica in comune

Un percorso, quello della nuova Supra, che non sarebbe mai potuto iniziare senza la comunione d'intenti con BMW, per l'utilizzo della piattaforma meccanica della nuova Z4. Che porta con sé trazione posteriore, perfetto bilanciamento dei pesi e 6 cilindri di 3 litri turbo benzina da circa 340 CV, sempre ripreso dall'Elica bianca e blu. Compreso il cambio, il solito e puntuale ZF a 8 rapporti.

Abitacolo teutonico?

Anche gli interni saranno molto... "tedeschi", ma questo non è per forza un male: in fondo, se materiali e accoppiamenti sono ben riusciti perché lamentarsi? E poi, senza dubbio, i progettisti giapponesi avranno lavorato attentamente sul design, per differenziarsi in modo percepibile dai "colleghi" europei.

Debutto atteso

In attesa di vederla finalmente senza camuffature a Detroit, i precisi tecnici delle Tre Ellissi staranno certamente risolvendo anche una certa indolenza dei freni, che abbiamo notato nel nostro primo assaggio di Jarama.

Perché con la Supra, Toyota ritorna nell'iper-uranio delle sportive tout court, pensate per mettere al centro il piacere di guida. Insomma, come si dice in questi casi, ne vedremo delle belle.

Fotogallery: Toyota Supra, prova del prototipo