Due concept unici come la K900 e la Stinger GT aggressivi, oltre alle Telluride capaci di affrontare qualsiasi ambiente

Parola d'ordine: esagerare. Gli eventi a Stelle e Striscie sono cosi: prorompenti, evidenti, sfavillanti: figurarsi quando si vuol dare vita alla propria creatività tra elaborazioni e concept. Al SEMA di Las Vegas, Kia ha sfoggiato alcuni "pezzi da Novanta" per soddisfare la passione di chi vive il tuning come filosofia di vita. Da un lato, due esemplari unici, realizzati dal preparatore DUB sulla base della  K900 e della Stinger GT. Dall'altra, la Casa coreana ha puntato forte sul desiderio di natura selvaggia che il Nevada - e non solo - può offrire, partendo dal Maxi SUV Telluride.

Accento sul colore

Stile personale, definito, evidente. Inutile girarci troppo intorno, Kia è voluta approdare nel panorama delle ammiraglie premium con la Stinger, cercando di farsi notare fin da subito. Design ricercato certo, che strizza l'occhio comunque all'aggressività.

Ed allora, quale occasione migliore se non il regno del tuning, per esaltarla? Il preparatore DUB però, ha voluto estremizzare ancor di più il concetto, utilizzando materiali come l'acciaio spazzolato o la fibra di carbonio, ma anche con cerchi da 22 pollici.

Nella più fedele tradizione americana, non potevano mancare scarico personalizzato e sospensioni pneumatiche. E se gli esterni son degni della saga di "Fast&Furious", gli inteni non son da meno: pelle rossa e rivestimenti scamosciati neri sono elementi tipici.


Non è da meno la K900, anch'essa realizzata dai preparatori di DUB. Qui, l'accento si pone sulla colorazione blu elettrica ma anche e sopratutto sul sistema audio appositamente sviluppato. Già, perchè se si parla di Tuning, la fidelizzazione audio è uno dei "master piece" per il tuner perfetto. Come praticamente da tradizione, anche qui si è puntato comunque a dei cerchi ben evidenti, con dei 24 pollici che fanno il paio con le classiche sospensioni air ride.

DUB Kia Stinger
DUB Kia K900

Off road in grande

Non una, bensì quattro personalizzazioni hanno rivestito il Telluride, il Maxi Suv della casa Coreana. Allestimenti che puntano a raccontare la vita all'aria aperta nelle sue sfaccettature più selvagge. Si parte con l'Horizon Roamer, in grado di spiccare per la sua evidente colorazione arancione, il portapacchi sul tetto con tanto di barra luminosa a LED integrata, ma anche lo snorkel per la pesca in acque profonde.

Fotogallery: Kia Telluride Concepts SEMA

Si prosegue con il Cadet Leader, più improntato ad un'accezione militare. Nomen omen, il Desert Rifter, dotato di elementi come i Rotopacks posti sul cappuccio, ed infine il Baja Glider, pensato per gli impervi paesaggi selvaggi del Messico.

Fotogallery: DUB Kia Stinger