La prossima generazione sarà ancora più cattiva nelle forme e soprattutto nelle prestazioni

La Nissan GT-R appartiene all’Olimpo delle supercar, merito di quel V6 capace di lanciarla a folli velocità e alla trazione integrale che non imbriglia ma ci tiene incollati al terreno, senza che nemmeno un cavallo o un Nm vada perso. D’altra parte, da un’auto che porta il soprannome di “Godzilla“ non ci si può aspettare nulla di meno. L’attuale generazione è in mezzo a noi comuni mortali dal 2016, anno dell’ultimo restyling e un cambio della guardia è atteso nei prossimi anni (intanto, ecco tutte le novità in arrivo nel 2019). Un passaggio di testimone che vedrà arrivare una rivoluzione per la GT-R, sia nelle forme sia (soprattutto) nelle prestazioni.

Che bocca grande che hai

Nella nostra ricostruzione al computer la nuova generazione della Nissan GT-R riprende la classica “bocca” della versione attuale, necessaria per far respirare al meglio il V6 che urla sotto al cofano. Varia giusto leggermente il disegno, con lo splitter (in fibra di carbonio) nella parte inferiore.

A variare maggiormente sono invece le luci anteriori, con un disegno che riprende quello della GT-R 50, la special realizzata in collaborazione con Italdesign. Gruppi ottici a “L” che integrano, in un disegno a freccia, le prese d’aria laterali.

Il resto del “corpo” della prossima Nissan GT-R ne evolve le linee, sempre nette e spigolose, con l’ala posteriore al suo posto, per schiacciare la sportiva giapponese a terra.

Ibrido o non ibrido?

A muovere la nuova Nissan GT-R ci dovrebbe essere sempre sua maestà il V6 di 3,8 litri, con potenza ulteriormente aumentata e con la possibilità (ancora allo studio degli ingegneri giapponesi) di avere anche un aiutino elettrico. Godzilla quindi potrebbe seguire le orme della Honda NSX attualmente in gamma (cliccate qui per l'attuale gamma Nissan), che unisce il V6 a 2 motori elettrici.

Un passo verso l’elettrificazione, con l’obiettivo di diventare la supercar più veloce del mondo. Un traguardo di certo non facile, ma che in Giappone intendono raggiungere a tutti i costi.

Fotogallery: Nuova Nissan GT-R, il rendering