La casa inglese rende omaggio alla mitica DB1R, prima e seconda nell'edizione del 1959 sul Circuit de la Sarthe

L'edizione 1959 della 24 Ore di Le Mans fu trionfale per Aston Martin, che spezzò il dominio delle Ferrari 250 e stabilì una fantastica doppietta: vinsero Roy Salvadori e Carroll Shelby, sulla mitica Aston Martin DBR1, che insieme ai compagni di squadra Maurice Trintignant e Paul Frère riuscirono a tener dietro ben quattro Rosse. Per ricordare quell'impresa il costruttore inglese ha realizzato la serie speciale DBS 59, ventiquattro esemplari basati sulla DBS Superleggera che rievocano proprio la DB1R, a partire dal colore Aston Martin Racing Green, messo a punto (come tutte le altre novità) dal reparto speciale Aston Martin Q.

Guanti e casco sono vintage

La carrozzeria della DB1R è più “asciutta” e filante rispetto alla DBS 59, lunga 69 cm in più (misura 4,71 metri), ma questa serie speciale si rifà in termini di grinta e riceve una serie di personalizzazioni in chiave corsaiola. Il suo look sportivo è messo in luce dai particolari esterni in fibra di carbonio, materiale scelto per i montanti del tetto, il tetto e lo spoiler posteriore, mentre i sedili sono rivestiti con una pelle ispirata al colore del tessuto sulla DB1R.

All'interno sono presenti alcuni accessori in linea con l'equipaggiamento Shelby e compagni: sono guanti da guida in pelle, caschi e due valigie in stile anni '50.

Sei cilindri molto arrabbiati

A livello meccanico non sono previste migliorie, quindi l'Aston Martin DBS 59 adotta il motore biturbo 5.2 della DBS Superleggera, un possente V12 in grado di erogare anche ben 900 Nm di coppia. In confronto a questi numeri fanno “sorridere” i dati relativi al motore DB1R, dotata di un motore a sei cilindri in linea da 3.4 litri: eroga circa 255 gagliardi cavalli, che a fine anni '50 avevano tenuto testa ai più potenti V12 delle Ferrari 250.

La DBS 59 è ordinabile. Per la DB1R, invece, non c'è più nulla da fare: uno dei cinque esemplari è stato venduto all'asta nel 2017 per oltre 22,5 milioni di dollari (circa 20 milioni di euro)

Fotogallery: Aston Martin DBS 59