Prima del SUV crossover c’era la maxi multispazio in forma di concept. Vediamola da vicino

Quando ancora non c’era la mania dei SUV e crossover le auto multispazio o MPV avevano in pratica l’esclusiva della grande capacità di carico persone e bagagli e una concept come la Nissan Kyxx del 1998 anticipava già quello che sarebbe successo in futuro. Vent’anni al Salone di Parigi fa vedeva infatti la luce, dopo 10 mesi di sviluppo, la Kyxx progenitrice dell’attuale Juke, B-SUV di successo dell'attuale gamma Nissan.

Nissan Kyxx Concept

Piccola MPV col passo lungo

L’obiettivo della Nissan Kyxx è quello di offrire il massimo spazio interno riducendo gli ingombri esterni, con una lunghezza di 3,65 metri che fa concorrenza anche ad alcune city car e un passo di ben 2,55 metri che supera quello della stessa Juke.

Fotogallery: Nissan Juke 2018

Spigoli fuori, curve dentro

Lo stile è un mix di forme arrotondate, a partire dal frontale tipo Micra, e linee taglienti come quelle che disegnano la linea di cintura. L’interno è invece un trionfo di materiali soft e tratti curvilinei, compreso lo schermo del navigatore.

I comandi di climatizzazione e infotainment della Kyxx sono tratteggiati sulla plancia e la strumentazione è alloggiata in una piccola palpebra sulla sinistra integrata nel pannello porta. Il motore è un quattro cilindri diesel a iniezione diretta common rail con tecnologia M-Fire che vanta un consumo combinato di appena 3 l/100 km.

Nissan Kyxx Concept

Luci a LED vent’anni fa

Sulla Nissan Kyxx ci sono anche fari alimentati con fibre ottiche, indicatori di direzione al neon e luci posteriori a LED, oltre a una sagoma con abitacolo avanzato, “muso” corto e padiglione discendente verso la coda che si avvicina alla linea di cintura crescente.

Fotogallery: Nissan Kyxx Concept