Il SUV F-Cell, consegnato da fine 2018 alle aziende, sarà presto ordinabile anche dai privati, ma non in vendita

È un segno dei tempi che la Shell sia fra le prime società a ricevere un esemplare della Mercedes GLC F-Cell. Il colosso dei carburanti ha deciso, infatti, di puntare sull’idrogeno ed è per questo motivo che avrà, entro fine 2018, un esemplare del SUV medio, dotato al posto dei tradizionali motori a pistoni di uno elettrico alimentato a celle di combustibile.

Mercedes, insomma, ha deciso a chi affidare i primi esemplari dell’auto e ha scelto anche la Shell, segno che l’idrogeno è un carburante su cui puntano anche società da sempre legate a benzina e petrolio.

Anche per i privati, ma solo a noleggio

Oltre alla Shell verranno coinvolte in questa fase anche la società che si occupa delle ferrovie tedesche, la Air Liquide (produce gas per l’industria chimica) e le città di Amburgo e Stoccarda, ma dalla primavera 2019 la GLC F-Cell sarà ordinabile in Germania anche dagli automobilisti privati.

In tutti i casi è prevista la formula del noleggio, del tipo sia a breve che a lungo termine (i prezzi non sono ancora noti). La Germania, del resto, è fra i paesi in Europa che più stanno investendo per aumentare il numero dei distributori di idrogeno, che entro fine 2019 passeranno da 50 a 100, ma l’obiettivo a medio termine (da realizzare di concerto con altri partner) è raggiungere le 400 stazioni nel 2023. In Italia, per confronto, a oggi, ce n’è solo uno aperto al pubblico.

A idrogeno, ma si ricarica dalla presa

L’idrogeno è un carburante pulito di cui la natura è ricca, motivo per cui sono in molti a pensare che diventerà un carburante alternativo a quelli odierni. I limiti però sono ancora molti: su tutti i pochi distributori per il rifornimento e la complessità delle bombole, dove l’idrogeno va stoccato ad alta pressione.

Mercedes ha cercato di andare oltre questi ostacoli con la GLC F-Cell, perché le batterie del SUV sono ricaricabili anche da una normale presa di corrente (le auto a idrogeno viste finora non danno questa possibilità). Ciò significa che è possibile continuare a guidare anche senza idrogeno. L’autonomia dichiarata con un pieno è di 437 chilometri.

Fotogallery: Mercedes-Benz GLC F-CELL