La casa tedesca sceglie il colosso SK Innivation come quarto fornitore

Le fabbriche sono già state indicate, gli investimenti hanno un ordine di grandezza ben preciso e anche i modelli sembrano in rampa di lancio. Cosa manca allora prima che arrivino le auto elettriche del gruppo Volkswagen?

Fino a ieri alcuni fornitori, ma anche su questo fronte il gruppo tedesco viaggia spedito: dagli scorsi giorni infatti l’azienda sudcoreana SK Innovation è diventata il quarto fornitore ufficiale di batterie.

In quattro per tutto il mondo

La SK Innovation venderà alla casa tedesca le batterie per i modelli destinati al Nord America e per una parte di quelli attesi in Europa, anche se la maggior parte delle batterie per le auto del Vecchio Continente arriverà dalle LG Chem e Samsung. La CATL invece si farà carico delle pile per la Cina.

Il nuovo fornitore va a completare il quadro di collaborazioni tecniche già definito dalla casa tedesca, che ha in programma di costruire 100.000 auto a zero emissioni nella fabbrica di Zwickau durate il primo anno intero di produzione (ovvero il 2020).

Cinquanta modelli entro il 2025

La prima Volkswagen a zero emissioni ad entrare in vendita sarà la berlina elettrica I.D., attesa a fine 2019, una cinque porte destinata alle famiglie che avrà dimensioni simili alla Golf. Nel 2020 arriverà il SUV ispirato al prototipo I.D. Buzz, un anno prima del furgoncino I.D. Crozz, ma nei programmi della casa tedesca ci sono cinquanta modelli a batterie entro il 2025.

Fotogallery: Volkswagen I.D. Vizzion Concept