Sconti per le due vetture del Biscione in allestimento B-Tech

Il Biscione cala la coppia: Alfa Romeo Giulia e Stelvio in promozione (fra le altre offerte del marchio). Di ognuna delle due soluzioni, valide sino a fine novembre, andiamo a scovare pregi e difetti, rammentando però che è necessaria l’approvazione della finanziaria.

Vantaggi

Per l’Alfa Romeo Giulia B-Tech 2.2 turbodiesel da 160 CV AT8, la promozione prevede un prezzo di listino di 41.816 euro. Esempio di finanziamento “Alfa Free”: anticipo di 20.000 euro. Dopodiché, non si pagano rate per due anni. Il valore futuro garantito è di 21.816 euro. Al termine dei 24 mesi, il cliente può tenere la vettura versando la rata residua di 21.816 euro, sostituirla con un’altra del marchio, o restituirla. Ecco perché “Alfa free”: il cliente è libero di scegliere.

Per l’Alfa Romeo Stelvio B-Tech 2.2 turbodiesel da 190 CV AT8 RWD prezzo promo di 52.100 euro. Anticipo 25.000 euro. Zero rate per due anni. Valore futuro 27.100 (da pagare se il cliente tiene l’auto). Per entrambi i modelli, il sito web della Casa indica la percorrenza ammessa nei due anni (45.000 km), e la penalità per chi la sfora (0,1 euro al km): ottimo. Per entrambe, la scelta di cambio, alimentazione e potenza non comporta sovrapprezzo, se effettuata nello stesso allestimento (esclusa la 2.2 diesel da 160 CV Business nel caso della Stelvio).

Svantaggi

Per la Giulia e la Stelvio, pratica di 300 euro e servizio marchiatura di 200 euro da pagare in contanti. Il TAEG per la Giulia, nonostante non ci sia rateazione, è dell’1,21% per le spese di apertura pratica. Il credito è di 21.816 euro, ma alla fine si pagano 22.341 euro. Per la Stelvio, TAEG 0,97%, credito di 27.100 euro e totale da dare 27.625. Per entrambi i modelli, il sito della Casa non indica il prezzo di partenza, pertanto lo sconto è sconosciuto al cliente: lo svelano le concessionarie.

 

Fotogallery: Alfa Romeo Stelvio B-Tech