Voci parlano di un ritorno a nuova vita della piccola utilitaria, a dispetto del piano industriale di Marchionne. E potrebbe somigliare alla 500.

This is the End cantavano i Doors. Il che, parlando di Fiat Punto, era ed è un qualcosa di conclamato. Un addio controverso certo, ma oramai sentenziato e celebrato. D'altronde, il Piano Industriale di Sergio Marchionne parlò chiaro: nessuna nuova, nessuna volontà di riproporre l'erede di un'auto sintesi di un secolo di lavoro, sfruttando le parole di Gianni Agnelli. Già, ma allora perchè ne stiamo ancora parlando?

La voce: Gorlier vorrebbe rilanciare la Punto

Dopo un quarto di secolo di successi partiti da Melfi alla conquista dell'Europa, la creatura di Giugiaro aveva fatto il suo corso. Margini di guadagno troppo ridotti, convenienza concettualmente pari a zero, e impossibilità da parte di Fiat di poter proporre un'economia di scala erano i capisaldi alla base della decisione. Eppure, c'è una voce - e come tale va presa - che parlerebbe di una volontà da parte di Pietro Gorlier di non abbandonare un settore di mercato storico per il Lingotto. Il successore di Altavilla in FCA Emea, vorrebbe ridare linfa e maggior centralità al ramo Fiat, rispetto a quanto previsto dal piano industriale, e la compatta, l'eventuale Nuova Punto, sarebbe un trampolino di lancio perfetto.

Uno stile da Cinquecento

L'accostamento con la Argo, a questo punto, sarebbe estremamente semplice, e non sarebbe neppure la prima volta che la berlina due volumi destinata al mercato sudamericano venisse accostata all'idea di una nuova Punto. Ed invece, un'eventualità del genere, sarebbe stata già bocciata proprio per un fattore di costi. Non convincerebbe nemmeno l'eventualità di poter sfruttare la linea produttiva in Turchia. Servirebbero circa due anni per approntare la produzione, ma a quel punto si uscirebbe sul mercato con un prodotto che dovrebbe fronteggiare la nuova Clio e la nuova Peugeot 208. Dunque, la soluzione sarebbe il più classico dei nodi gordiani: dare un taglio al vecchio concetto di Punto, e ripartire con un qualcosa di nuovo, ma su base Fiat 500. Una compatta di circa 4 metri in grado di coniugare sportività e stile, con perfino anche portiere ad apertura controvento. Non si tratterrebbe di una novità assoluta. Già quattro anni fa si parlava di un avvicendamento stilistico tale da rendere immortale lo stile della 500.

 

Fiat Lux

Una eventualità che rientrerebbe all'interno di questa nuova corrente di pensiero che, sempre secondo ulteriori voci non confermate, racconterebbero di una rivisitazione in chiave stilistica della prossima 500L, con linee più vicine a quelle di un Suv e meno utilitaria. Non è una voce, ma un fatto a supporto invece, la delibera proprio dello stesso Gorlier della riconversione dello stabilimento di Rivalta, prossimo a divenire polo logistico principale europeo per Mopar. Che Fiat possa tornare a splendere di nuova luce con l'erede della Punto?