Il tempo di 7’49”369 minuti è inferiore di oltre due secondi rispetto all’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio.

È durato poco più di un anno il record al Nurburgring dell’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio. Lo ha migliorato pochi giorni fa Markus Hofbauer, a capo dello sviluppo per le nuove AMG, che al volante di una Mercedes-AMG GLC 63 S ha staccato il tempo di 7’49”369 minuti, inferiore di oltre due secondi rispetto alla Stelvio, relegata così al secondo posto fra i SUV più veloci sull’impegnativo circuito tedesco.

Stessi CV, ma a cambiare è la coppia

Hofbauer è riuscito a stabilire il nuovo miglior tempo già al primo tentativo, stando a quanto annunciato dalla casa tedesca, segno che la GLC 63 S  è una vettura all’apparenza molto facile da mettere alla frusta, nonostante quello di cui è capace il suo V8 biturbo da 4.0 litri: eroga 510 CV, come la Stelvio Quadrifoglio, anche se il motore dell’italiana ha due cilindri in meno e “rende” alla GLC 63 1.1 litri di cilindrata. La coppia invece è nettamente a favore del V8 (600 contro 700 Nm).

I freni sono fondamentali

L’equipaggiamento tecnico della AMG GLC 63 è completato inoltre dalla trazione integrale 4MATIC+ (il differenziale è controllato dall’elettronica), il cambio automatico a nove marce e i dischi freno in materiale composito, indispensabile per rallentare il SUV (che pesa 1.770 chili, 15 in più della Stelvio) nelle ripide discese del circuito tedesco.