Tra 8 anni verrà avviata l’ultima linea produttiva di benzina e diesel

Volkswagen è ormai proiettata anima e corpo verso la mobilità elettrica, alla cui base ci saranno nuove piattaforme come la MEB, il corrispettivo dell’attuale MQB utilizzata da Volkswagen Golf, Seat Leon, Skoda Karoq e tanti altri modelli del Gruppo. Elettrificazione che manderà definitivamente in soffitta i classici motori a combustione, destinati al canto del cigno a partire dal 2026.

Secondo quanto dichiarato da Michael Jost (e riportato inizialmente dalla Reuters) tra 8 anni il colosso di Wolfsburg darà il via all’ultimo ciclo produttivo di modelli basati su motori benzina e diesel. C’è quindi ancora tempo, ma la strada è tracciata e non si tornerà indietro.

Lavori in corso

Volkswagen e tutti i marchi collegati (da Audi a Skoda) si preparano così a passare il loro Rubicone, lasciandosi alle spalle cilindri e pistoni per abbracciare in toto la filosofia a emissioni zero. Dei primi passi sono già stati fatti, con Volkswagen e-Golf prima e la più recente Audi e-tron, la prima elettrica di Ingolstadt, cui seguiranno tanti altri modelli, compresa la prima 100% elettrica firmata VW basata sulla piattaforma MEB.

L’obiettivo è quello di arrivare al 2030 con circa 300 modelli elettrificati, differenti per dimensioni, prestazioni e prezzi. Ci saranno auto dedicate alla città, quelle per famiglie e le sportive come ad esempio Porsche Taycan e Audi e-tron GT.

Piatto ricco

Intanto sia Audi sia Volkswagen hanno annunciato ingenti investimenti per l’elettrificazione delle rispettive gamme, con rispettivamente 14 e 9 miliardi sul piatto per sviluppare nuove auto elettriche Wolfsburg punta ad avere già 20 modelli a batteria entro il 2025.

Fotogallery: Volkswagen MEB