Due motori elettrici per un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi

Era il 2015 quando Porsche presentava al mondo la concept Mission E, una sportiva che anticipava il design e le caratteristiche tecniche della prima auto completamente elettrica della casa di Stoccarda. Si chiamerà Porsche Taycan e arriverà nel 2019, ma ancora non si hanno informazioni su come sarà definitivamente a livello estetico. Abbiamo provato ad immaginarla in questo rendering.

Apriamo una parentesi: sarà un'auto molto importante per Porsche per due motivi: deve saper offrire tutto le emozioni che sanno trasmettere le sorelle a motore termico e, allo stesso tempo, deve riuscire a garantire un'autonomia che non vada troppo ad intaccarsi quando si richiede la massima prestazione.

Due motori, 600 CV e più di 400 km di autonomia

La Porsche Taycan potrà contare su due motori elettrici disposti uno su ciascun asse per una potenza complessiva di 600 CV. Senza dubbio le prestazioni saranno all'altezza di ciò che i clienti Porsche si aspettano, con un'accelerazione dichiarata da 0 a 100 km/h stimata in meno di 3,5 secondi e da 0 a 200 in soli 12 secondi.

Porsche Taycan 2019 rende
Porsche Taycan 2019 rende

Per non far soffrire troppo l'autonomia, i tecnici Porsche hanno dotato la Taycan di una batteria agli ioni di litio da 95 kW di capacità totale che gli permetterebbe di percorrere più di 400 chilometri tra una ricarica e l'altra. Inoltre, per evitare il surriscaldamento durante la guida veloce, ha un sistema di raffreddamento studiato ad hoc.

Una curiosità? Questa Porsche è stata sviluppata dalla piattaforma J1 del Gruppo Volkswagen, la stessa dell'Audi e-tron GT.

Ci sarà anche la ricarica veloce

Oggi, uno dei punti deboli delle auto elettriche è il tempo di ricarica elevato, tema su cui il costruttore tedesco ha concentrato i propri sforzi. La Taycan infatti può essere collegata alle colonnine fast e ricaricata fino a un massimo di 350 kW/h di potenza. Tradotto in tempistiche, potrà ricaricarsi dell'80% in soli 15 minuti.

In caso non dovesse funzionare la ricarica tramite cavi, questa Porsche può essere ricaricata anche tramite un caricabatterie wireless da 11 kWh: i tempi di ricarica sono nettamente più lenti, ma ben venga avere più frecce al proprio arco. Per quanto riguarda i tipi di cavi di ricarica, la Taycan potrà contare sul sistema CCS Combined Cargo per Europa e Stati Uniti.

Ma qual è l'obiettivo di Porsche? Secondo le informazioni della Casa stessa, lo scopo è quello di commercializzare fino a 20.000 Taycan all'anno, un traguardo ambizioso considerando che corrisponde a due terzi delle vendite della Porsche 911.

Fotogallery: Porsche Taycan 2019, il rendering