I test procedono senza sosta. Anche nelle terre più estreme, nelle condizioni più difficili

Appena il tempo di gustarsi la nuova Porsche 911, numero in codice 992, ed ecco che già arrivano foto spia, dalle terre più estreme, dei muletti della versione Turbo Cabrio impegnati sui ghiacci (l'appuntamento per il debutto davanti al grande pubblico è fissato per il 2019, al Salone di Ginevra di marzo o forse qualche mese più tardi). Dopo il debutto al Salone di Los Angeles, la sportiva più longeva al mondo non vuole saperne di mollare la scena. 

Attorno ai 600 CV

Informazioni ufficiali ovviamente non ce ne sono. Però qualche numero possiamo darlo comunque, con buona approssimazione: partendo dal presupposto che l'attuale Turbo dispone di 540 CV e la Turbo S di 580, è ipotizzabile che la 992 Turbo si attesterà a quota 570/580 e la Turbo S a 610/620.

Trazione integrale

Ciò su cui invece non c'è il minimo dubbio è la trazione: integrale. 911 Turbo e Turbo S, infatti, sono delle granturismo, più che delle sportive estreme: niente a che fare, quindi, con GT3, GT3 RS e GT2 RS, tutte a trazione posteriore. Il 4x4 è quindi il modo più sicuro e rilassante per godersi una potenza (e una coppia, ci si può giurare) da paura. 

2020 foto spia di Porsche 911 Turbo Cabriolet

Esteticamente, è più "aperta"

Il wrapping applicato al muletto che vedete in queste foto è leggero: si concentra, comprensibilmente, in quelle aree che da sempre differenziano le Turbo dal resto della gamma. Rimangono dunque coperte le prese d'aria anteriori (che saranno ovviamente più ampie) e alcune zone del posteriore.

Source: CarPix

Fotogallery: Porsche nuova 911 Turbo Cabrio foto spia

Foto di: CarPix