Bosch immagina il futuro: con le piattaforme online, il preventivo è trasmesso dal riparatore all’automobilista in tempo reale

La tecnologia digitale invade anche il settore delle riparazioni auto. Fra i vari strumenti a beneficio degli automobilisti, c’è MyBoschCarService: una piattaforma online che sarà lanciata a inizio 2019 e che consentirà all’utente di ricevere un preventivo immediato relativo a servizi e costi della manutenzione della propria vettura. La promessa arriva da Bosch, secondo cui questa piattaforma è semplice e intuitiva: inseriti targa e chilometraggio dell’auto, il consumatore otterrà in tempo reale una tariffa dettagliata.

Quali basi per il calcolo

Ma come fa questo strumento digitale a elaborare un preventivo? Sulla base delle operazioni e dei tempari indicati dal Costruttore: ogni officina Bosch Car Service può impostare liberamente i propri parametri, agevolando così la formulazione della tariffa. L’obiettivo è far sì che l’automobilista sia al centro di un flusso di comunicazione digitale, ricevendo continuamente informazioni e offerte, come ha spiegato Olivier Pontreau, Channel Marketing Manager South Europe.

Resta da capire se dalle intenzioni (riparazioni sempre più digitali nelle officine auto) si riuscirà effettivamente a passare ai fatti: da valutare in particolare l’attendibilità dei preventivi, ossia quanto si discosteranno dalla vera spesa finale.

Anche una community

In parallelo, già a novembre è nata Bosch Talks, la community online per Bosch Concessionari, Ricambisti partner, nonché Reti di officine Bosch Car Service ed AutoCrew: permette di creare un profilo personale e di utilizzare un sistema di messaggistica diretta accessibile anche tramite App. Insomma, una comunicazione che non è più unidirezionale (da Bosch verso le Reti di Officine) ma multidirezionale, garantendo lo scambio di informazioni e idee.