In 11 secondi il tetto in fibra di carbonio scompare e rimangono i soliti 720 CV del V8 biturbo

C’è chi ama le coupé e chi invece preferisce poter viaggiare col vento tra i capelli e ama le auto col tetto a scomparsa. Gusti differenti che possono incontrarsi quando le cabrio, al posto di tettucci in tessuto, preferiscono coperture rigide quasi fanno sembrare l’auto una normale coupé. Proprio come succede sulla McLaren 720S Spider, versione con tetto rigido retrattile della sportiva inglese. A guardarla con tetto chiuso difficilmente si direbbe che si tratti di una spider, ma bastano 11” – a velocità non superiore ai 50 km/h – per vedere la copertura in carbonio scomparire dietro l’abitacolo, per la gioia degli amanti della guida en plein air.

Qualche chilo in più

Una trasformazione che ha richiesto un po’ di tempo e che porta con sé appena 49 kg in più rispetto alla coupé, per un peso totale di 1.322 kg. Da Woking ci tengono a far sapere che si tratta del valore più basso della categoria. Una Ferrari 488 Pista Spider pesa ad esempio 1.380 kg.

2019 McLaren 720S Spider

Un incremento di peso ridotto al minimo grazie anche al tettuccio in fibra di carbono, materiale utilizzato sia per la scocca sia per i supporti fissi posteriori. Così anche le prestazioni sono salve e in linea con quelle della versione col tetto fisso.

Il V8 biturbo benzina di 4 litri da 720 CV e 770 Nm di coppia è lo stesso della 720S Coupé e spinge la Spider fino a 341 km/h, con tetto chiuso, 325 quando invece si viaggia con tetto aperto. Per passare da 0 a 100 km/h sono sufficienti 2,9” mentre toccare i 200 km/h con partenza da fermo è questione di 7,9”.

Optional trasparente

Per chi non sa rinunciare alla vista del cielo anche quando il tetto è chiuso è disponibile l’optional del tetto in vetro elettrocromatico, con la possibilità quindi di passare da tetto trasparente a nero, a seconda della voglia del momento.

Sono invece di serie il classico monitor da 8” per il sistema di infotainment e lo spoiler posteriore attivo, uguale nelle forme a quello della coupé ma differente nei settaggi di utilizzo, variando la posizione a seconda che il tetto sia aperto o meno.

Completamente nuovi sono invece i cerchi in lega con disegno a 10 razze da 19” all’anteriore e 20” al posteriore, così come nuove sono 2 tinte dedicate alla 720S Spider: Belize Blue and Aztec Gold. L’arrivo nelle concessionarie è previsto per marzo 2019 con prezzo di partenza fissato a 287.000 euro.

Fotogallery: McLaren 720S Spider