Arriverà entro fine 2020 con zero emissioni e prestazioni esaltanti: 2 secondi per andare da 0 a 100 km/h

Automobili Pininfarina ha scelto un nome di grande richiamo per la prima vettura della sua storia: si chiamerà Battista, in onore di Battista “Pinin” Farina, il fondatore della carrozzeria diventata famosa per aver disegnato capolavori come le Alfa Romeo Giulietta Spider, Ferrari 288 GTO e Peugeot 504.

Il nome Battista ha inoltre un forte significato simbolico, perché Battista Farina ha sempre coltivato il sogno di realizzare una vettura con il marchio della sua azienda. Fra pochi mesi, con il debutto al Salone di Ginevra (7-17 marzo 2019), questo obiettivo potrà dirsi raggiunto.

Ha lo 0-100 km/h di una Formula 1

La Automobili Pininfarina Battista sarà una sportiva elettrica dalle prestazioni esaltanti, in grado secondo i primi annunci di avvicinare lo scatto e la velocità massima di una Formula 1: il costruttore tedesco parla infatti di un'accelerazione 0-100 km/h inferiore a due secondi e una punta velocistica di oltre 400 km/h. L'autonomia dovrebbe superare i 450 chilometri, un risultato non trascurabile per un'auto con queste caratteristiche, a maggior ragione considerando che i motori erogano oltre 1.900 CV.

Automobili Pininfarina Battista

Oltre 2 milioni di euro

Automobili Pininfarina è stata fondata ad aprile 2018 e ha sede in Germania, a Monaco di Baviera, ma i 150 esemplari previsti inizialmente della Battista verranno costruiti in Italia dalla Pininfarina. L'azienda fa parte della Mahindra e non va scambiata per la Pininfarina, che invece si occupa di stile e progettazione ed è basata a Cambiano (Torino). La Battista sarà consegnata ai clienti entro fine 2020 e costerà circa 2 milioni di euro.

Fotogallery: Automobili Pininfarina PF0, svelato il prototipo