Un esemplare in mostra al famoso museo americano, nell'esposizione "The Value Of Good Design"

Se al momento a tener banco da noi sono le chiacchiere sulla futura 500 elettrica, oltreoceano continuano ad apprezzare il passato. Nella fattispecie, una Fiat 500 F, prodotta tra il 1965 e il 1972. Che sarà esposta, a partire dal prossimo 10 febbraio, al MoMA di New York, all'interno della mostra "The Value of Good Design".

Quando il design è per tutti

Un'esposizione che ripercorre la "democratizzazione" del design, partendo dalle iniziative Good Design del MoMA dalla fine degli Anni '30 e arrivando fino agli Anni '50, mettendo in risalto prodotti contemporanei dal design elegante e dal buon rapporto qualità-prezzo. Due elementi in cui la 500, inutile dirlo, si identifica in pieno.

Nata nel 1957 dall'estro di Dante Giacosa, la Fiat 500 voleva essere la vettura perfetta per la motorizzazione di massa. E così fu: in un'Italia in pieno boom economico, la piccola Fiat vendette qualcosa come più di 4 milioni di esemplari. I motivi? Oltre al prezzo d'acquisto contenuto, il motore collocato posteriormente riusciva a massimizzare lo spazio interno: in poco meno di tre metri di lunghezza trovavano posto (quasi) comodamente quattro persone. Nel 2007 il testimone è passato alla nuova Fiat 500, disegnata da Roberto Giolito e in listino ancora oggi. 

'

Fotogallery: Fiat 500 F al MoMA di New York