L'auto si apre e si chiude in modo autonomo grazie ai comandi gestuali

Trattasi di argomentazioni forse poco eleganti, ma tant'è: in questo caso, si può dire senza timore di smentita che Range Rover ha preso... "ispirazione" da Tesla. Perché le porte che si aprono e si chiudono da sole, seguendo i comandi gestuali, fino ad ora sono state un'esclusiva di Elon Musk

Intenzioni nobili

Tuttavia, la scelta di Land Rover è decisamente nobile: andare incontro alle esigenze dei diversamente abili. Come  l'ex Royal Marine Mark Ormrod, il primo reduce britannico del conflitto afghano ad aver subito tre amputazioni, che collabora con il Gruppo Jaguar Land Rover per lo sviluppo di questa (utile) tecnologia. "Per molti aprire e chiudere la porta dell'auto è un gesto insignificante, ma spesso i piccoli ostacoli giornalieri che la gente neanche nota sono i più frustranti per chi vive una disabilità." ha detto Mark.

"Per molti aprire e chiudere la porta dell'auto è un gesto insignificante, ma spesso i piccoli ostacoli giornalieri che la gente neanche nota sono i più frustranti per chi vive una disabilità."

La porta Mobility, montata su una Range Rover Sport e per ora in fase sperimentale, funziona grazie a sensori di movimento e al sistema di ingresso senza chiave che riconoscono l'avvicinarsi del guidatore e fanno "magicamente" aprire lo sportello. Una volta a bordo, si può chiudere con un tasto sul cielo dell'abitacolo.

Un maggiordomo elettronico e intelligente

La porta lato guida ha sensori che rilevano ostacoli e ne fermano l'apertura, è c'è anche la possibilità di gestire l'apertura degli sportelli anteriori direttamente dal sistema infotainment. Una volta che il guidatore lascia l'auto, si può programmare la chiusura e il blocco della porta. Inutile dire che questa tecnologia, sviluppata in soli sei mesi, arriverà anche sui veicoli JLR del futuro

Fotogallery: Range Rover Sport a guida autonoma