Nel 2020 le regole cambiano. La legge riguarda anche la guida con oltre 0,8 grammi di alcol per litro di sangue

Guida con oltre 0,8 grammi di alcol per litro di sangue, con la legge anticorruzione appena entrata in vigore si cambia. La novità riguarda la prescrizione, ossia l'estinzione di un reato dopo che sia trascorso un determinato periodo di tempo. La nuova legge prevede che, dal 1° gennaio 2020, la prescrizione sia sospesa dalla sentenza di primo grado o dal decreto di condanna: la prescrizione non decorre a partire dal primo grado di giudizio, senza fare distinzione tra sentenza di condanna e sentenza di assoluzione. La legge riguarda anche la guida con oltre 0,8 grammi di alcol per litro di sangue, che è un reato, ovviamente da Codice Penale. 

Che impatto avrà

Nel 2015 (più recente dato disponibile) ci sono stati 1.825 casi di guida sotto pesante effetto di alcolici. Per questi reati, se c’è stata prescrizione, l’automobilista l’ha fatta franca: niente processo, niente verdetto. Dal 2020, non la farà più franca: sì al processo e al verdetto.

Chi riguarda

Il limite è di 0,5 grammi di alcol per litro di sangue. Ogni multa per chi si ubriaca e guida è composta da più elementi. Semplificando, per un tasso alcolemico superiore a 0,5 e non superiore a 0,8 grammi per litro di sangue, la sanzione amministrativa è di 532 euro, con in più la sospensione della patente da 3 a 6 mesi.

Poi si entra nel Codice Penale: la seconda fascia è un tasso alcolemico superiore a 0,8 e non superiore a 1,5 grammi per litro: ammenda di 800 euro, arresto fino a 6 mesi, sospensione della patente di guida da 6 mesi a un anno. Qui opera la legge anticorruzione con la nuova prescrizione. Ovviamente, la legge opera anche con oltre 1,5 grammi di alcol per litro di sangue: 1.500 euro, l'arresto da 6 mesi a un anno, sospensione della patente di guida da uno a 2 anni.

Progetto di ampio respiro

Al di là della guida in stato d’ebbrezza con oltre 0,8 grammi di alcol, la legge anticorruzione è un progetto di ampio respiro. In estrema sintesi, solo per citare un paio di novità, ci sarà l’uso dell’agente infiltrato per indagare sui reati contro la pubblica amministrazione. E arrivano nuovi obblighi più stringenti di rendicontazione per partiti, movimenti politici e fondazioni e associazioni a questi collegati.