Tra Svezia e Texas 19 minuti di sgasate a bordo di 5 differenti (e pazzesche) Ford

Natale si avvicina a grandi passi e Ken Block ci fa un regalo in anticipo: una nuova Gymkhana. Per la precisione la decima. Per festeggiare la doppia cifra il funambolico pilota statunitense ha fatto le cose più in grande che mai, viaggiando in diversi Paesi del mondo con le sue auto, tutte firmate Ford. 19 minuti di fumo, sgasate, burnout, sgommate e chi più ne ha, più ne metta.

'

Dalla neve al deserto

Tutto inizia in Svezia, con la Ford Fiesta WRC da 380 cavalli e 450 Nm di coppia a svirgolare sul ghiaccio. Il cambio di location ci porta poi a Detroit a bordo della pazzesca Mustang del 1965 col suo V8 biturbo di 6,7 litri da (udite udite) 1.419 cavalli e 1.694 Nm di coppia.

Ci si sposta poi più a sud, a Città del Messico, percorsa in lungo e in largo da Ken Block e la sua Ford Focus RS RX da più di 600 CV e 650 Nm di coppia capace, secondo i dati ufficiali, di passare da 0 a 100 in meno di 2”.

Gli ultimi 2 spostamenti portano la Gymnkhana prima a Los Angeles e poi in Texas, rispettivamente con “Cossie”, una Ford Escort del 1991 debitamente modificata e capace di sparare a terra 620 CV e poi con un debuttante d’eccezione: il Ford F-150 Hoonitruck.

Si tratta di un pick-up del 1977 sottoposto a una cura da dottor Frankenstein, con trapianti da urlo e sotto il cofano il V6 3.5 biturbo benzina derivato dalla Ford GT che ha corso la 24 Ore di Le Mans. Il risultato è un truck da 926 CV e 951 Nm di coppia.

Cortometraggio fumoso

Forse 19 minuti possono sembrare tanti, ma il video rischia seriamente di creare dipendenza e con ogni probabilità passerete tutto il tempo in una sorta di “bolla”, lontano da tutto e da tutti, impegnati a rifarvi gli occhi con i numeri di Ken Block.

Anche la colonna sonora non è da meno, con tutti quei motori che cantano e soprattutto il V8 della Mustang (nome in codice “Hoonicorn RTR”), capace di far innamorare alla prima sgasata. Ma bando alle ciance: gustatevi l’incredibile Gymnkhana 10.

Fotogallery: Ken Block e la Gymkhana 10