La piccola G è stata sorpresa in Svezia: look squadrato all'esterno e molto Classe A dentro

Il SUV che non ti aspetti. Un secondo tentativo, dopo che il primo con la GLK (sostituita dalla GLC) non è andato benissimo, di riproporre in scala ridotta la Classe G. Ovviamente su un telaio "normale", per un'auto dal prezzo decisamente più accessibile rispetto a quello della Gelandewagen. Ecco uno dei tanti modelli futuri a cui stanno lavorando in Mercedes; a proposito, se volete sapere tutte le novità 2019 abbiamo realizzato un articolo apposito. 

Base Classe A

La base è quella della Classe A, quindi con motore anteriore trasversale, ma il look si staccherà decisamente da essa, oltre che da quello della GLA. Squadrato come lo è appunto quello della Classe G, risalta nei suoi spigoli sotto la pur pesante "armatura" in camouflage bianco e nero.

Nulla si sa ancora in merito alle dimensioni, ma dovrebbe superare di slancio la Classe A; grazie ai pianali moderni è "facile" giocare con le dimensioni, lavorando in modo pesante anche su misure strutturali come il passo e le carreggiate. 

Dentro, "è" una Classe A

Una grande fetta degli investimenti di una Casa automobilistica - soprattutto oggi - vanno nello sviluppo degli interni e, in particolare, nel sistema di infotainment. Quando, come Mercedes, decidi di puntare su una soluzione "estrema" come quella dell'unico pannello su cui applicare i display, non puoi che estenderne l'uso - pur con qualche modifica di dettaglio da un modello all'altro - su tutta la gamma.

Ecco perché, sbirciando dai finestrini del muletto di queste foto, il colpo d'occhio è lo stesso che si ha nella Classe A, con i due schermi da 10.25 pollici del sistema MBUX che la fanno da padroni. 

Photos: CarPix

Fotogallery: 2020 Mercedes GLB nuove foto spia