Le auto più cercate, i video più visti e i post più discussi

Ci siamo, il 2018 si sta per chiudere e con lui mettiamo in soffitta tutte le novità uscite negli ultimi 365 giorni, pronti a vedere cosa ci riserverà il 2019. Molte delle novità in uscita nel 2019 le conosciamo già, altre invece rimangono un mistero. Ma non vogliamo metterci a guardare nella nostra sfera di cristallo per immaginare cosa vedremo il prossimo anno. Qui vogliamo guardarci indietro e ripercorrere il “best of” firmato Motor1.com Italia.

Quali sono stati i modelli più cliccati? Quali i video più visti sul nostro canale Youtube? Le risposte le trovate qui di seguito.

A colpi di click

Prima di tutto le visite sul nostro sito. Non vogliamo sciorinare numeri su numeri, ma più semplicemente riassumere la top 10 delle auto più cercate e cliccate nel corso del 2018, tra OmniAuto.it e Motor1.com Italia, arrivato online nel “lontano” 16 aprile 2018.

A vincere è l’Audi Q3, il SUV compatto degli Anelli che proprio nel 2018 ha visto arrivare la seconda generazione, sempre più tecnologica e grande, con 10 cm in più in lunghezza. Il “SUV giusto”, come lo ha chiamato Lorenzo nella sua prova su strada, con misure ok per la famiglia e prezzo che (dalle parti di Ingolstadt) non è poi così esagerato.

Secondo posto per un’altra grande novità del 2018: la nuova Mercedes Classe A, la compatta della Stella che ha avuto l’onore di portare al debutto il sistema di infotainment MBUX, tutto nuovo e con assistente vocale integrato. Basta quindi dire le “parole magiche” Hey Mercedes per gestire tantissimi parametri dell’auto.

Sul podio c’è poi spazio anche per la nuova Suzuki Jimny, il piccolo fuoristrada giapponese presentato da poco e capace di destare molta curiosità in tanti di voi. Un modello che non dimentica il passato e le sue ottime capacità in fuoristrada, unite alle classiche forme squadrate, guardando anche al futuro con nuovi motori e tanta tecnologia in più.

Nella top 10 rientrano anche la Jeep Renegade, fresca di restyling che porta in dote 2 nuovi motori benzina, la nuova BMW Serie 3, regina del Salone di Parigi e pronta a dare battaglia nel segmento delle berline medie, la nuova Audi A1, Jeep Compass, Peugeot 208 – con la nuova generazione in arrivo nel 2019 e pronta per diventare 100% elettrica, nuova Mercedes Classe B e la nuova Mazda3, ultima novità del 2018 e pronta a fare un balzo per entrare nel segmento premium.

I video

Più di 500 video pubblicati in un anno: prove in anteprima girando il mondo, prove speciali, live da saloni dell’auto o eventi in esclusiva, sfide tra sportive e non e naturalmente i nostri Perché Comprarla assieme a uno dei talent più “in” del 2018: Youtester. Insomma, abbiamo girato davvero di tutto e di più. Ma cosa vi è piaciuto maggiormente?

Il gradino più alto del podio se lo prende il Perché Comprarla della Volkswagen T-Roc, il SUV compatto di Wolfsburg per chi vuole misure da Golf ma assetto rialzato. Un modello che ha fatto molto parlare e che da poco ha guadagnato anche il 1.6 TDI da 115 CV.

'

Al secondo posto ancora dei SUV, ma non SUV qualsiasi: una coppia da quasi 1.000 CV in totale. Da una parte l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, dall’altra la Porsche Macan Turbo. Una nuova edizione dell’infinita sfida Italia – Germania che non si è però svolta sui campi da calcio, ma sull’asfalto dell’Autodromo di Modena in compagnia del nostro Giuliano.

'

Qualcuno ha detto che i SUV hanno stufato? Forse, ma sul nostro canale Youtube l’assetto rialzato continua ad andare forte e così sul terzo gradino del podio ecco la Dacia Duster, il SUV più economico del mercato, giunto alla sua seconda generazione, messa sotto la lente di ingrandimento del nostro Perché Comprarla. Stessa ricetta di sempre, con prezzo contenuto, tanto spazio, ampia gamma di motorizzazioni (c’è anche GPL) e tecnologia quanto basta.

'

In soli 4 mesi ha fatto il pieno di visualizzazioni il nostro incontro dal vivo con la Lancia Delta Futurista, l’omaggio di Automobii Amos a un vero e proprio mito dell’automobilismo italiano e non solo. Un progetto che prevede la creazione di appena 20 esemplari, in vendita a circa 300.000 euro, con tanta fibra di carbonio e motore da 330 CV.

'

Ancora un Perché Comprarla nella classifica, ma non si tratta di un SUV bensì di una berlina. E che berlina: la nuova Audi A8, l’ammiraglia dei 4 Anelli e prima auto a mondo a montare sistemi di assistenza alla guida di Livello 3, per dimenticarsi di volante e pedali quando si viaggia a una velocità massima di 60 km/h (ma solo su strade a 2 corsie separate da barriera rigida).

'

È bello ciò che piace

Click, visualizzazioni e ora like. La battaglia su Facebook si gioca a suon di pollici in su e tra i nostri più di 1.500 post quali avranno raccolto il maggior numero di “Mi piace”?

A guardare tutti dall’alto in basso ci pensa quello col quale abbiamo presentato una delle nostre abituali retrospettive della domenica, dedicata all’Alfa Romeo 147, la compatta del Biscione con quell’avantreno a quadrilatero alto capace di non far rimpiangere la trazione posteriore.

 

Al secondo posto la notizia del super bonus di 4.770 euro riconosciuto da Audi a ognuno dei suoi dipendenti, per festeggiare gli ottimi risultati ottenuti nel 2017. Un modo per ringraziare chi, ogni giorno, partecipa a rendere sempre più grande e apprezzata la Casa di Ingolstadt.

 

Al terzo posto torna la Delta Futurista, segno di come la mitica compatta torinese sia rimasta nel cuore di tantissimi appassionati. Un progetto che ha fatto tanto discutere, tra chi sarebbe disposto a tutto per racimolare i 300.000 euro necessari per portarsela a casa e chi invece trova che sia troppo differente rispetto all’originale.

 

Niente modelli particolari o prove al quarto posto, ma un post politico con la promessa elettorale di Matteo Salvini che a marzo prometteva di togliere le accise sui carburanti. Sappiamo tutti come è andata a finire: le accise ci sono ancora e rimarranno lì per ancora tanto tempo.

 

E cosa succederebbe se si togliessero cerchi in lega – e non solo – alle supercar più “in” del pianeta? Se lo è chiesto il designer ungherese X-Tomi con i suoi render dove Porsche 911, Lamborghini Aventador SVJ ma anche modelli più normali come Range Rover Evoque e Audi A1 ricevono un trattamento estetico che toglie loro paraurti in tinta, luci led e tanti altri accessori ormai irrinunciabili al giorno d’oggi.

 

Fotogallery: Le 10 auto più cliccate del 2018