Oltre all'Ecotassa e all'Ecobonus, ci sono le ZTL libere per auto ibride ed elettriche, le multe via posta e altro ancora

Non solo Ecotassa ed Ecobonus, la Manovra 2019 appena diventata legge prevede molte novità per gli automobilisti, compreso lo sconto del 50% per le auto storiche, ossia quelle fra 20 e 29 anni d’età. Con la legge di Bilancio è cambiato anche l'articolo 7 del Codice della Strada che dà accesso libero alle elettriche e alle ibride nelle ZTL. E poi c'è il noleggio che ha nuove regole... e novità in fatto di multe e circolazione stradale. Riepiloghiamo tutto di seguito in attesa di approfondimenti e guide pratiche che pubblicheremo con maggiori dettagli.

1# Ecotassa ed Ecobonus

Dopo giorni di dibattimento sia l'Ecotassa che l'Ecobonus sono diventate realtà. La discussione in Parlamento è stata molto lunga e rispetto alle ipotesi iniziali ci sono stati dei cambiamenti. La versione definitiva dell'Ecotassa prevede la penalizzazione oltre i 160 g/km di CO2 per tutte le auto nuove immatricolate dal 1 marzo 2019 (qui vi spieghiamo come funziona).

2# Bollo auto storiche: sconto del 50%

La manovra 2019 è legge e cambia anche le regole per le auto storiche. Il bollo (tassa di proprietà regionale) viene ridotto del 50%. Per capire meglio come stanno le cose, servirà una circolare ministeriale, ma quale auto storica gode dello sconto sul bollo? Al di là dell’età, ovviamente (fra 20 e 29 anni), occorre possedere il certificato di rilevanza storica: il documento necessario per la circolazione dei veicoli di interesse storico e collezionistico. E serve il riconoscimento di interesse storico riportato sulla carta di circolazione. Secondo i dati del ministero dei Trasporti, saranno 28.000 i veicoli interessati dall'agevolazione (70% autoveicoli e 30% motoveicoli).

3# Noleggio con conducente

La manovra 2019 cambia le regole sulle autorizzazioni. La sede operativa del vettore ed almeno una rimessa devono essere situate nel territorio del Comune che ha rilasciato l'autorizzazione e lo stazionamento dei mezzi per il noleggio con conducente deve avvenire all'interno delle rimesse o presso i pontili di attracco. Tutti i dettagli li trovate in quest'articolo.

4# Accesso libero nelle ZTL per le auto ibride ed elettriche

Con l’aggiunta del comma 9-bis all’articolo 7 del Codice della Strada, dal 1° gennaio 2019 i Comuni devono consentire l’accesso libero alle zone a traffico limitato ai veicoli a propulsione elettrica e nelle zone di rilevanza urbanistica nelle quali sono poste limitazione al transito. Su questo punto però non c'è più alcuna certezza. Michele Dell’Orco, sottosegretario M5S ai Trasporti, ha detto via Twitter che la norma sarà rivista.

5# Colonnine elettriche a uso privato

Con la Legge di Bilancio 2019 viene introdotta una detrazione fiscale del 50% per l'installazione domestica delle colonnine di ricarica per le auto elettriche. Vale anche per i condomini. La nuova detrazione è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 3.000 euro. Tutto quello che c'è da sapere in questo articolo.

6# Segway nelle città

La manovra 2019 prevede che nelle strade delle città potranno circolare, in via sperimentale, i veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, come segway, hoverboard e monopattini. Servirà, però, un decreto del ministro delle infrastrutture e dei trasporti, che dovrà essere adottato entro il 30 gennaio 2019 per definire le modalità di attuazione e gli strumenti operativi della sperimentazione.

7# Multe stradali via posta

Non sarà più obbligatorio che sia apposto sulle ricevute il bollo dell'ufficio postale recante la data dello stesso giorno di consegna. In caso di smarrimento dell'avviso di ricevimento, se il mittente ha indicato un indirizzo di posta elettronica certificata l'operatore dovrà formare una copia per immagine dell'avviso di ricevimento non più su supporto analogico, ma su supporto digitale, e dovrà provvedere, entro cinque giorni (e non più entro tre giorni) dalla consegna del piego al destinatario a trasmettere con modalità telematiche la copia dell'avviso al mittente.

8# Documento unico di circolazione

Viene rinviato al 1° gennaio 2020 il termine a decorrere dal quale la nuova carta di circolazione, come regolamentata dal decreto legislativo numero 98 del 29 maggio 2017, costituirà il documento unico di circolazione dei veicoli, contenente i dati di circolazione e di proprietà. Analogamente, viene rinviata al 2020 l’entrata in vigore di tutte le corrispondenti modifiche del codice della strada previste dal decreto legislativo n. 98/2017.