Ogni cliente può decidere come “customizzare” l’auto sulla base di tre linee, da arricchire o modificare in base ai gusti

Pensate che smacco sarebbe acquistare un’auto da oltre 2 milioni di euro e sapere che al mondo ne esiste un’altra identica. Un collezionista non vorrebbe mai sentirselo dire, a maggior ragione sapendo che vetture di quel calibro sono personalizzabili dal costruttore in ogni frangente. Nel caso della nuova McLaren Speedtail è impossibile che vengano realizzati due “doppioni”, perché la casa inglese ha studiato un modo per semplificare la scelta di colori, rivestimenti e finiture senza allo stesso tempo “restringere” i parametri di scelta.

Urban, Visionary o Dynamic

Le personalizzazioni disponibili per la Speedtail sono suddivise in tre grandi linee, che fanno capo ad altrettanti stili: la Urban è nel segno della raffinatezza, la Visionary dell’originalità e la Dynamic della sportività. I clienti iniziano da qui a configurare l’auto, scegliendo subito uno stile che differenzia visivamente un esemplare dall’altro, perché ad esempio le Urban hanno profili della carrozzeria ad effetto grigio anodizzato, le Visionary strizzano l’occhio all’eleganza (la carrozzeria può essere ad effetto gessato) e le Dynamic puntano sui colori accesi come il rosso e l’arancio.

McLaren Speedtail

Un assistente come aiuto

Scelta una delle tre linee principali, il cliente deve poi decidere i materiali, gli accostamenti di colore e altre opzioni minori. Ad aiutarlo pensa il Bespoke Liason Manager, un esperto di stile e colori che “guida” i proprietari dell’auto nella scelta di personalizzazioni mirate. Non c’è il rischio quindi che due esemplari possano apparire identici l’uno con l’altra. La Speedtail verrà costruita in 106 esemplari (le prime consegne sono da inizio 2020) e ha un motore ibrido da 1050 CV, che insieme all’aerodinamica estrema permette a questa hypercar di superare i 400 km/h.

Fotogallery: McLaren Speedtail, le personalizzazioni