I visitatori possono provare l’esperienza della guida autonoma: ad interfacciarsi con loro durante il tragitto un assistente personale intelligente

Come ci si sente a viaggiare su un’auto a guida autonoma e nel frattempo fare tutt’altro fuorché prestare attenzione alla strada? Tutti i visitatori presenti al Consumer Electronic Show (CES) di Las Vegas in corso in queste ore potranno provare questa sensazione e toccare con mano un esempio di mobilità alternativa driverless mettendosi virtualmente al volante della BMW Vision iNEXT - prototipo presentato esattamente un anno fa alla fiera statunitense - guidati e seguiti passo dopo passo dall’Intelligent Personal Assistant della casa dell’Elica.

L'esperienza della guida autonoma

I curiosi presenti allo stand BMW che vogliono prender parte al workshop vengono dotati di un visore per la realtà virtuale per provare l’esperienza di guida al volante dell’iNEXT; non si tratta infatti di un’auto esclusivamente a guida autonoma, con BMW che vuole continuare a garantire un elevato piacere di guida nonostante il futuro punti dritto ad una realtà senza guidatore.

Si passa poi alla modalità Ease, in cui l’auto prende il pieno controllo e l’Intelligent Personal Assistant consiglia e dialoga con gli occupanti per soddisfare le loro esigenze lavorative e non, come suggerire percorsi, prenotare ristoranti o prender parte a videoconferenze. Il tutto mentre l'auto si dirige verso la destinazione prestabilita.

Anche SUV e moto driverless

BMW guarda al futuro, ma anche ad un futuro più prossimo di quanto immaginiamo. Al CES 2019 infatti sono presenti anche una X5 e una X7 - quest’ultima “testabile” in un percorso virtuale in off-road -, esempi perfetti per mettere in mostra la forma più avanzata di tecnologia bavarese che al momento troviamo su strada. Ma non solo auto: la Casa espone infatti anche una R1200 GS a guida autonoma.

Fotogallery: BMW Vision iNEXT