Il Governo punta forte sulle immatricolazioni di auto elettriche e ibride

Il Governo scommette sulle auto elettrificate: elettriche al 100% ed ibride (con doppio motore, uno a scoppio e uno elettrico). L’Esecutivo di M5S e Lega ha appena inviato all’Unione Europea la proposta di Piano nazionale integrato per l’energia e il clima italiano: si punta a favorire le immatricolazioni di auto green per raggiungere la quota di 1,6 milioni di auto elettriche al 2030 che, se sommate alle auto ibride (4,4 milioni), consentirebbero di arrivare a un valore complessivo di 6 milioni di auto elettrificate.

Soldi per le colonnine

Con il Piano, sono previsti investimenti di 70 milioni di euro per la realizzazione di reti infrastrutturali dedicati alla ricarica dei veicoli alimentati a energia elettrica. E a interventi di recupero del patrimonio edilizio mirati allo sviluppo delle reti.

Per ridurre le auto a gasolio e a benzina

L’obiettivo è promuovere una progressiva riduzione di autoveicoli con motori diesel e benzina: una prima misura è stata l’introduzione di un sistema bonus/malus in funzione delle emissioni di CO2 con la Legge Bilancio. Nel frattempo, è già stato approvato il Piano mobilità sostenibile che destina 3,7 miliardi di euro al ricambio parco bus con mezzi a basso impatto. Dal 2019 al 2033 saranno rinnovati 2.000 autobus l’anno, oltre a 250 treni entro il 2022.