I due giganti dell’hi-tech uniscono le forze per inserirsi nella nuova “corsa all’oro”

Se avete perso il conto delle alleanze, delle joint-venture e delle lettere di intenti tra multinazionali, finalizzate allo sviluppo della guida autonoma, tranquilli: siete in buona compagnia. Ormai tutti si accordano con tutti. Nessuno vuole rischiare di perdere la minima opportunità o di accumulare un ritardo anche infinitesimale. L’ultima partnership annunciata, in ordine di tempo, è quella tra LG e Microsoft.

Hardware e software

L’unione fa la forza, è il caso di dire, anche perché LG e Microsoft sono perfettamente complementari: la prima è specializzata in prodotti hardware, la seconda nel software. Infatti, la prima sfrutterà Azure cloud e l’intelligenza artificiale di Microsoft per migliorare i suoi sistemi - alcuni dei quali già realizzati - di assistenza alla guida.

Velocizzazione dei tempi

L’accesso al cloud e all’intelligenza artificiale di Microsoft permetterà alla tecnologia di LG di evolvere rapidamente: “Situazioni stradali e di traffico che richiederebbero una giornata per essere compresi da un ADAS tradizionale, grazie ad Azure vengono gestite nel giro di qualche minuto.