Una "Lambo" a 4 porte e 4 posti, con motore anteriore

“Una Lamborghini come nessun’altra prima d’ora”. La casa bolognese parlava così undici anni fa del prototipo Estoque, un modello che anche al di fuori degli annunci era per davvero una Lamborghini unica: a quattro porte e quattro posti, lunghissima (ben 5,15 metri) e con il motore davanti. È stata il primo “esperimento” della Lamborghini con modelli insoliti rispetto alle coupé della tradizione.

Ed è riuscito piuttosto bene, a giudicare dal frontale grintoso, dalle forme scolpite e dai tagli netti della carrozzeria, che sembrano arrivare dalla cattivissima Reventon, la serie speciale del 2007 (basata sulla Murcielago) che si ispira all’aereo da caccia F-22 Raptor.

Quattro porte sì, ma nascoste

Il look muscoloso delle fiancate maschera bene le quattro porte, “alleggerite” visivamente dalla mancanza delle maniglie e dal taglio netto sulla fiancata. Per il Centro Stile Lamborghini non dev’essere stato facile disegnare una sportiva a quattro porte, a maggior ragione considerando che non vi sono altri modelli simili nel passato della casa bolognese, ad eccezione del prototipo Portofino del 1987 (dove si aprivano verso l’alto) e del fuoristrada LM002.

Le “complicazioni” per il Centro Stile devono aver riguardato anche le dimensioni della carrozzeria, mai così abbondante per una Lamborghini (l'interasse, di oltre 3 metri, è da ammiraglia), ma le enormi ruote da 22” davanti e 23” dietro e il tetto ribassato fanno sembrare più corta la Estoque, alta solo 22 cm in più (1,35 m totali) della bassissima Reventon.

Lamborghini Estoque

Con quali motori?

Al momento della presentazione, nel 2008, in molti pensavano che la Estoque sarebbe entrata in vendita. Del resto era lì, quasi pronta, e per di più con un interno molto ben rifinito, dove spiccano la strumentazione digitale, quattro sedili e anche un sistema d’intrattenimento per i passeggeri posteriori.

Restavano però ancora da risolvere due “nodi” non certo trascurabili: quali motori utilizzare? E quale pianale, considerando che la Estoque deve avere il motore anteriore? Lamborghini non dà informazioni tecniche sull’auto, quindi si inizia a parlare del telaio della Porsche Panamera e fra i motori anche di un ibrido, considerando che per la casa del Toro sarebbe stato molto dispendioso modificare i suoi V10 e V12 per una meccanica non a motore centrale.

Lo sviluppo dell’auto però non prende il via e Lamborghini è costretta ad aspettare anni prima di lanciare un modello a quattro porte, che non ha le forme di una sportiva: è il SUV Urus.

Fotogallery: Lamborghini Estoque