La meccanica - motore 6 cilindri in linea di 3 litri, trazione posteriore e cambio automatico 8 marce - sono made in Germany. In vendita dall’estate

La lunga attesa è finita e la nuova Toyota Supra è arrivata a Ginevra, fresca di anteprima mondiale al Salone di Detroit. La coupé giapponese di quinta generazione colma un vuoto di quasi diciassette anni che ha creato tante aspettative fra gli appassionati di guida sportiva che aspettavano da tempo il progetto A90 che sigla la nuova Supra.

L’attesa sembra essere stata premiata perché la nuova Toyota Supra - che abbiamo anche già guidato, seppur in forma ancora di prototipo - si presenta come una grintosa due porte a due posti che sfrutta al meglio la collaborazione con BMW per mettere su strada prestazioni di tutto rispetto. Negli Stati Uniti i listini vanno dai 49.990 dollari della versione d'accesso (45.300 euro circa al cambio attuale) ai 55.250 dollari (poco più di 48.000 euro) della Launch Edition.

Arriva in estate

Grazie all’architettura modulare CLAR condivisa, fra le altre, con la nuova BMW Z4, la nuova Toyota Supra arriva sul mercato con il sei cilindri in linea turbo twin-scroll a benzina di 3 litri, 340 CV e 495 Nm che le permette di raggiungere i 250 km/h limitati elettronicamente e accelerare da 0 a 100 km/h in circa 4,2 secondi.

Il cambio automatico ha 8 marce, tempi di cambiata ridotti, palette al volante e funzione Launch Control per trasmettere la massima motricità alle ruote posteriori. La nuova Toyota Supra, costruita a Graz, in Austria, sarà in vendita dall’estate nella versione Supra 3.0, Supra 3.0 Premium e Supra Launch Edition basata sulla premium.

Doppia gobba da tradizione

Il design della nuova Supra contiene, a detta del Costruttore, l'eredità stilistica dei modelli sportivi del marchio giapponese, più di 50 anni di coupé che partono dalla Toyota 2000 GT e arrivano fino alle varie generazioni di Supra.

Su un passo compatto di 2,47 metri (identico a quello della BMW Z4) e una lunghezza di 4,38 metri, la nuova Toyota Supra propone un look molto grintoso e dinamico, grazie anche al baricentro molto basso e alla distribuzione dei pesi 50:50 fra i due assi. Anche i richiami alla FT-1 concept del 2014, con tanto di cofano motore lungo e tetto a doppia gobba che riduce l’area frontale ottimizzando l’aerodinamica.

Nuova Toyota Supra

Argento opaco per distinguersi

Scendendo un po’ più nello specifico troviamo il frontale caratteristico delle Supra con griglia scolpita e appuntita con ampie prese d’aria ai lati, grande alettone fisso in coda che riprende quello della Supra quarta serie (A80). Sulla nuova Toyota Supra non manca poi un vistoso paraurti posteriore sagomato a trapezio che sovrasta il grande scivolo aerodinamico inferiore.

La forma avvolgente dei cristalli è esaltata dal montante anteriore nero che offre una continuità stilistica della vetratura che si chiude bruscamente nel grande montante posteriore. I colori disponibili sono rosso, bianco, argento, nero, grigio scuro, rosso, blu, giallo e argento opaco.

Differenziale sulle ruote dietro

A livello meccanico la nuova Toyota Supra si distingue per il differenziale attivo (autobloccante meccanico a controllo elettronico) che distribuisce la coppia alle ruote posteriori, sospensioni anteriori a doppio snodo e posteriori multi-link a cinque bracci. Di serie ci sono cerchi da 19” con pneumatico Michelin Pilot Super Sport di misura diversa sui due assi (255/35 R19 davanti e 275/35 R19 dietro).

Toyota Supra

L'impianto frenante è stato sviluppato da Brembo secondo le specifiche Toyota, con dischi anteriori da 348 mm e pinze a quattro pistoncini anteriori, e dischi da 345 mm con pinze a pistoncino singolo al posteriore. Di serie su tutte le Supra sono le sospensioni adattive che si adattano alla strada e possono essere settati in configurazione Normal e Sport.

Strumentazione digitale

Tutto l’abitacolo della nuova Supra è stato progettato per soddisfare le esigenze del guidatore, a partire dal cockpit avvolgente per arrivare alla strumentazione digitale su schermo ad alta definizione e all’head-up display. Sulla versione Premium spicca poi il widescreen da 8,8” nella parte alta della plancia.

Nuova Toyota Supra
Nuova Toyota Supra

I sedili sono studiati per l’utilizzo in pista e per quello quotidiano su strada, con poggiatesta integrato e ampi supporti laterali. Fra le dotazioni di serie e opzionali si segnalano la frenata d’emergenza automatica con rilevamento pedoni, assistenza mantenimento corsia, fari abbaglianti automatici, cruise control adattivo, rilevamento angolo cieco e allerta traffico posteriore.

Fotogallery: Nuova Toyota Supra